Salvare Fiorenzuola di Focara, Biancani: "L'impegno della Regione con più di un milione di euro"

Salvare Fiorenzuola di Focara, Biancani:

La delibera stabilisce l’assunzione di risorse che derivano dall’Accordo di programma stipulato tra il Ministero dell’Ambiente e la Regione, sottoscritto nel 2010, per il finanziamento di interventi di mitigazione del rischio idrogeologico

“Fiorenzuola è uno dei borghi più belli delle Marche. Una unicità del Parco San Bartolo che richiede interventi atti a garantirne la stabilità. E in questa direzione l’impegno della Regione Marche è massimo.” Soddisfazione nelle parole del Presidente della Commissione regionale Territorio e Ambiente, Andrea Biancani, per l’approvazione della delibera di Giunta regionale che assegna 1 milione e 111 mila Euro per interventi a protezione dell’abitato di Fiorenzuola.

“La delibera – prosegue Biancani – stabilisce l’assunzione di risorse che derivano dall’Accordo di programma stipulato tra il Ministero dell’Ambiente e la Regione, sottoscritto nel 2010, per il finanziamento di interventi di mitigazione del rischio idrogeologico.

In quell’occasione Fiorenzuola di Focara non era inserita nell’elenco ma dopo gli eventi franosi che hanno interessato la frazione di Pesaro e le istanze formulate dal consiglio di quartiere e dal Parco San Bartolo che da tempo chiedevano l'intervento, consapevole dell’importanza di intervenire quanto prima possibile, la Giunta regionale ha aggiunto questi lavori. Desidero ringraziare il Presidente Luca Ceriscioli e l’Assessore regionale alla Difesa del suolo, Angelo Sciapichetti per essersi impegnati a raggiungere questo importante risultato.”

Ad oggi è disponibile un progetto preliminare, realizzato dall’Ufficio Difesa del suolo della Regione Marche, sezione di Pesaro. “Occorre ora accelerare le procedure – conclude Biancani - per arrivare alla progettazione esecutiva ed iniziare i lavori nel 2018. Fiorenzuola di Focara è uno dei luoghi più suggestivi delle Marche che va tutelato e conservato perché parte integrante del nostro patrimonio storico, turistico e ambientale.”

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa