"Wave on wave", progetto Erasmus+ per lo sviluppo degli sport nautici tra i giovani

Fare rete e creare integrazione sociale sfruttando le potenzialità offerte da un contesto ambientale marino favorevole

di Ufficio Stampa

E’ trascorso circa un anno dall’inizio di “Wave On Wave” (Onda su onda), il progetto europeo, coordinato dal Comune di Pesaro, che si prefigge l’obiettivo di fare rete e creare integrazione sociale puntando sugli sport nautici, sfruttando le potenzialità offerte da un contesto ambientale marino favorevole, attraverso lo studio, l’applicazione e il trasferimento di pratiche ‘innovative’.

Il progetto, partito a  marzo 2017 e che si concluderà a dicembre 2018, vede coinvolte cinque città europee: Getxo (Spagna), Nancy (Francia), Bratislava (Slovacchia), Varna (Bulgaria), oltre a Pesaro che ne è capofila e coordinatore.

Nel corso del 2017  sono state numerose le occasioni di incontro delle delegazioni dei Paesi partner nelle quali rappresentanti del mondo della scuola, dello sport e delle istituzioni si sono confrontati sui temi legati all’educazione allo sport, con particolare attenzione verso le discipline nautiche quali vela e canottaggio, rivolta a giovanissimi in età scolare: 7 – 14 anni.

Lo scopo principale del progetto è infatti quello di far incontrare e condividere  esperienze e buone pratiche sviluppate dai diversi partner e, in ogni contesto locale, dai diversi soggetti in qualche modo coinvolti nella cosiddetta “comunità educante”, quali docenti della scuola, tecnici allenatori, dirigenti di club, amministratori pubblici.

Un primo incontro tra le delegazioni è avvenuto a Pesaro, nel periodo di marzo 2017; in tale occasione sono state poste le basi programmatiche per le attività svolte nel proseguo dell’anno.

Successivamente, a giugno, al circolo canottieri di Nancy, in Francia, delegazioni formate da rappresentanti del mondo della scuola, dello sport e delle istituzioni si sono incontrate per progettare e organizzare un percorso didattico da sperimentare durante un campo estivo dedicato agli sport nautici.

Questo campo si è poi svolto nel nord della Spagna, a Getxo, nello scorso mese di agosto e vi hanno preso parte delegazioni partner composte ciascuna da 6 ragazzi e ragazze, da un tecnico allenatore e un rappresentante dei club locali. Per una settimana, 30 ragazzi e ragazze provenienti da 5 Paesi europei hanno praticato ogni sport nautico, dalla vela nel golfo di Guascogna, al canottaggio su imbarcazioni tipiche della regione basca, alla subacquea in acque controllate, il tutto seguendo le metodologie progettate in Francia.

A settembre, ciascun partner ha organizzato un evento locale volto a promuovere lo sport e in particolare le discipline nautiche, nonché le attività e i traguardi raggiunti grazie al progetto Wave On Wave. A Pesaro, per l’occasione l’evento del progetto WOW si è svolto in parallelo a “Pesaro In Fitness”.

In tale contesto la Capitaneria di Porto-Guardia Costiera di Pesaro, ha confermato la sua disponibilità a proseguire nella conoscenza, a favore dei giovani partecipanti al progetto, delle funzioni istituzionali esercitate per la tutela del mare e delle sue risorse, per la regolamentazione delle attività marittime sportive e per la diffusione dell’associata tradizionale cultura marinaresca tipica della Forza Armata.  Nel merito, il Comandante della Capitaneria di Porto Capitano di Fregata (CP) Silvestro Girgenti ha più volte, anche in incontri pubblici, plaudito all’iniziativa Comunale “WOW”, perché “formidabile opportunità di accostamento dei più giovani ai valori della pratica dello sport che per la parte nautica coinvolge anche quell’intima adesione al rispetto dell’ambiente marino e costiero”.

Per il 2018 è già pronto un calendario lavori che prevede un primo incontro a Varna nel periodo di marzo, dedicato a educatori e tecnici; una settimana blu dedicata ai ragazzi che si terrà nel mese di agosto a Pesaro, a cui parteciperanno 45 ragazzi e ragazze provenienti dai Paesi partner. E’ confermato lo svolgimento dell’evento promozionale di WOW in occasione di Pesaro In Fitness dal 13 al 16 settembre. Infine, nel periodo di ottobre 2018, si terrà la conferenza finale di chiusura del progetto a Bratislava.

Dunque, ‘Pesaro città europea dello sport 2017’ propone non solo eventi, ma anche progetti importanti e di ampio respiro. “Pesaro è da sempre città a vocazione sportiva per tradizione – interviene l’assessore allo Sport Mila Della Dora -, una vocazione che a fine 2016 è stata premiata con il riconoscimento di ‘città europea dello sport 2017’. E questo  grazie alle centinaia di società e associazioni sportive che operano sul territorio, alle infrastrutture sportive di cui dispone e alla grande ‘voglia’ di praticare sport dei pesaresi, sia a livello amatoriale sia professionistico. Un riconoscimento molto ambìto che dà l’opportunità di ospitare  eventi sportivi anche di richiamo internazionale e di dar vita a progetti ‘pilota’ come Wave On Wave”.

Tra i soggetti che hanno aderito al progetto WOW ci sono: la Capitaneria di Porto, l’Ente Parco San Bartolo, gli istituti scolatici Alighieri e Gaudiano, le associazioni sportive Canottieri Pesaro, circolo velico Ardizio, Club Nautico Pesaro, L’Avventura, Lega Navale Italiana, PKSA, Surf per Pesaro.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa