Speciale Flanger: musica & cinema

Speciale Flanger: musica & cinema

Con l'avvio della 50+1 Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, lo speciale di questa settimana è dedicata alle scene "musicali" delle pellicole

di Luca Petinari

Si entra nel vivo di questa 50+1 edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema. Radio Prima Rete è più che presente con una postazione in via Rossini 13, nel cuore della kermesse. Lo speciale di questa settimana di Flanger è dedicato a 10 scene di film che comprendono un accompagnamento musicale degno di nota. Eccoli qua:

Lost In Translation (2003) / The Jesus & Mary Chain - Just Like Honey

Sofia Coppola è nota anche per le colonne sonore che strizzano l'occhio al panorama indipendente. Oltre ad essersi sposata Thomas Mars, leader dei Phoenix, ed aver inserito un loro brano nella soundtrack, in Lost In Translation ci sono anche i My Bloody Valentine ma soprattutto Just Like Honey dei Jesus & Mary Chain a chiudere il film.

Romeo + Giulietta di William Shakespeare (1996) / Radiohead - Exit Music (For a Film)

La storia d'amore più celebre di sempre interpretata da un giovane Leonardo Di Caprio. Una rivisitazione in chiave moderna dell'opera di Shakespeare e con musiche a cura (anche) dei Radiohead. Come suggerisce il titolo, Exit Music (For a Film) conclude il film entrando nei titoli di coda, ma per Thom Yorke e soci sarà solo un assaggio di OK Computer, l'album della consacrazione della band di Oxford.

The Butterfly Effect (2004) / Oasis - Stop Crying Your Heart Out

Il drama fantascientifico interpretato da Ashton Kutcher trova il suo epilogo tra le note degli Oasis. Che siate Mad Fer It oppure no, lo sfondo musicale di questa scena è strappalacrime.

Dogville (2003) / David Bowie - Young Americans

Turbolento e controverso come sa essere solo Lars Von Trier: il suo capolavoro del 2003, critica alle ipocrisie della società, nei titoli di coda svela il vero senso del film con una serie di fotogrammi e David Bowie ad accompagnare le immagini.

Donnie Darko (2001) / Gary Jules - Mad World

Sempre saranno grati i Tears For Fears per questa cover della loro Mad World a cura di Gary Jules. Solo piano e voce ad accompagnare una delle scene di un film generazionale.

Drive (2011) / Kavinsky - Nightcall

Nel thriller noir interpretato da Ryan Gosling, la colonna sonora è una oscura italo-disco che tanto sta tornando in voga ultimamente. Nightcall di Kavinsky è sicuramente uno dei brani più rappresentativi e anche adattissimo a descrivere le atmosfere di Drive.

(500) Giorni Insieme (2009) / The Smiths - There Is A Light That Never Goes Out

Un'amore che nasce grazie agli Smiths. In questa scena There Is A Light That Never Goes Out si sente appena dalle cuffie Joseph Gordon-Levitt, ma tanto basterà per approciarsi alla splendida Zooey Deschanel.

Come Un Tuono (2012) / Bon Iver - The Wolves (Act I and II)

Evidentemente dove c'è Ryan Gosling c'è anche della bella musica. Il folk intimistico e paesaggistico è l'accompagnamento perfetto per la scena finale di The Place Beyond The Pines, tragicamente tradotto in Come Un Tuono.

Trainspotting (1996) / Underworld - Born Slippy

Poteva mancare Trainspotting in un contesto del genere? Mark Renton/Ewan McGregor decide di scegliere la vita e lo fa con una hit mondiale degli anni '90 e che ancora oggi riscuote parecchio successo se suonata in qualche festa.

Warrior (2011) / The National - About Today

Probabilmente una delle band migliori del pianeta: i National con le loro canzoni potrebbero riempire le colonne sonore di centinaia di film. Per ora ci accontentiamo della scena finale di Warrior e della meravigliosa About Today.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa