Nessun passo indietro sui diritti

Nessun passo indietro sui diritti

Dopo aver parlato di rischio sostituzione etnica a causa dell’attuale denatalità , il capogruppo di Fratelli d’Italia Marche Carlo Ciccioli ora tutto afferma che “il Padre deve dare le regole, la Madre accudire"

Dopo aver parlato di rischio sostituzione etnica a causa dell’attuale denatalità , il capogruppo di Fratelli d’Italia Marche Carlo Ciccioli  ora tutto afferma che “il Padre deve dare le regole, la Madre accudire. Senza una di queste figure i bambini rischiano di zoppicare andando avanti nella vita. Queste cose si studiano in psicanalisi".
Un’idea retrograda della famiglia che fa rabbrividire e ci riporta agli anni più bui della nostra storia. Quelle di Ciccioli infatti sono affermazioni gravissime, figlie di una cultura politica superata e oscurantista, che vuole la donna sottomessa alla figura maschile. A seguito delle dichiarazioni pubblicate dalla stampa locale odierna “Il Padre deve dare le regole, la Madre accudire. Senza una di queste due figure i bambini rischiano di zoppicare andando avanti nella vita. Queste cose si studiano in psicanalisi", abbiamo ricevuto numerose segnalazioni di disapprovazione e malcontento da parte di colleghe e colleghi.
Come ricorda l'Ordine delle Psicologhe e degli Psicologi delle Marche, “in letteratura scientifica è ampiamente dimostrata l’importanza della qualità della relazione sia nella trasmissione delle regole che nello stile di accudimento. Rispetto ai fattori di rischio che intervengono nello sviluppo psicologico dell’individuo, occorre una visione bio-psico-sociale che consideri la sua complessità.”
[Casella di testo: Micaela Vitri Consigliere Regionale Gruppo assembleare Partito Democratico CONSIGLIO REGIONALE – Assemblea legislativa delle Marche www.consiglio.marche.it Piazza Cavour, 23 – 60121 Ancona E-mail: micaela.vitri@regione.marche.it Telefono Ufficio: 071.2298411 Telefono personale: 338.8660560] Nel 2021 non possiamo accettare queste prese di posizione, che calpestano anni e anni di battaglie sui diritti garantiti dalla nostra Costituzione. Non possiamo arretrare di un centimetro e dovremmo dare battaglia con tutti i metodi democratici a nostra disposizione per combattere questa deriva pericolosa. Mi auguro che il Presidente Acquaroli e l'intera maggioranza prendano le distanze dalle parole di Ciccioli, altrimenti saranno complici di un famigerato passo indietro sui diritti che la nostra bella Regione non merita.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa