Aset spa estende la rete della pubblica illuminazione: lampioni a Led dal Codma al cimitero di Rosciano

Aset spa estende la rete della pubblica illuminazione: lampioni a Led dal Codma al cimitero di Rosciano

Il presidente Reginelli: «Rendiamo più sicura la viabilità»

Aset spa estende la rete della pubblica illuminazione a Fano, dalla zona del mercato ortofrutticolo Codma fino al cimitero di Rosciano, compresa la biforcazione con la Strada di mezzo. Il progetto prevede 20 nuovi lampioni con tecnologia a Led.

«Interveniamo – spiega Paolo Reginelli, il presidente della società per i servizi – su un segmento di viabilità finora sprovvisto di illuminazione pubblica, creando di conseguenza condizioni di migliore visibilità e di maggiore sicurezza sia per il traffico dei mezzi a motore sia per la mobilità leggera di pedoni e ciclisti. Le caratteristiche del progetto confermano l’attenzione di Aset spa verso tecnologie che permettano di abbattere l’impatto ambientale, di migliorare le prestazioni del servizio e al tempo stesso di risparmiare sul consumo di energia elettrica, in questo caso circa il 30 per cento, adottando tra l’altro soluzioni gradevoli nell’ottica dell’arredo urbano».

I lavori sono iniziati con qualche giorno di anticipo rispetto al previsto, grazie alle condizioni meteorologiche favorevoli. Completeranno un analogo intervento effettuato in zona nel maggio scorso, si concluderanno nell’arco di un mese e rientrano in un elenco di altre opere da effettuare in momenti successivi nel Comune di Fano, per un investimento complessivo di 50.000 euro. Si tratta di 7 punti luce a Metaurilia, lungo la strada comunale Ponte Alto, e dell’illuminazione ausiliaria in corrispondenza di 3 attraversamenti pedonali: in via Gabrielli, di fronte alla farmacia Pierini; in via Soncino all’altezza del campo da calcio; in viale I Maggio all’altezza della banca Bcc.

Aset spa ha inoltre in programma di completare il progetto denominato Parchi e viali mercurio free, che proprio di recente ha vinto un bando regionale e ottenuto un contributo di 300.000 euro. La somma sarà utilizzata, insieme con equivalenti risorse della società per i servizi, per sostituire con tecnologia a Led le ultime 877 lampade a vapori di mercurio e per installare un sistema di video-sorveglianza all’esterno della scuola Corridoni, un pannello elettronico informativo in via Cavour e due nuove zone Wi-Fi (Internet senza fili): una a Torrette e l’altra al Lido.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa