Vespri D'organo a Cristo Re: presentata la XV edizione

Vespri D'organo a Cristo Re: presentata la XV edizione

Gli appuntamenti della XV edizione dei Vespri saranno dieci e si caratterizzeranno, come è ormai consuetudine, per la varietà delle proposte

Si aprirà il prossimo 1 luglio la XV edizione del Festival internazionale organistico dei Vespri d’organo a Cristo Re. La rassegna è organizzata dall’Associazione Vespri d’organo a Cristo Re ed è patrocinata dall’Arcdiocesi (ufficio sciuola)  dalla Regione Marche, dal Comune di Pesaro, dalla Fondazione Pesaro Nuovo Cinema, dal Rof, dal Fai e dall’Amat. Direttore artistico del festival è Giuliana Maccaroni.

L’evento è molto seguito ed apprezzato da un nutrito pubblico di appassionati e amanti della musica che hanno mostrato un’attenzione sempre crescente attraverso una partecipazione attiva e sempre più consapevole. Tutti i concerti sono di altissimo livello e vedono l’esibizione di artisti italiani e stranieri di fama internazionale. Gli appuntamenti della XV edizione dei Vespri saranno dieci e si caratterizzeranno, come è ormai consuetudine, per la varietà delle proposte. Si alterneranno infatti serate con la recitazione, affidate a Lucia Ferrati, una proiezione di film muto con improvvisazioni organistiche e appuntamenti in cui l’organo risuonerà da solo o affiancato da strumenti antichi o moderni , adatti al repertorio proposto nelle chiese con strumenti storici o moderni. Anche quest’anno il Festival prosegue la collaborazione con il Fai: domenica 1 luglio ci sarà infatti un’anteprima della rassegna con una passeggiata d’arte e musica nel centro di Pesaro, che darà la possibilità di conoscere i luoghi e gli strumenti dei concerti.

La passeggiata artistica avrà inizio alle 16,30 nella chiesa di Cristo Re e proseguirà verso la Basilica Cattedrale, la chiesa dell’Annunziata e la chiesa del nome di Dio. Il pomeriggio prevede anche interventi musicali di Giuliana Maccaroni e Martino Porcile. Mercoedì 4 luglio, alle 21, 15, nella chiesa di Cristo Re, il Festival verrà inaugurato ufficialmente con la proiezione del film muto “L’inferno” realizzato nel 1911  da Francesco Bertolini, Giuseppe De Liguoro e Adolfo Padovan.  Si tratta di una pellicola molto interessante e suggestiva in cui viene narrata con fedeltà la prima cantica della Divina Commedia, con una serie di quadri animati ispirati alle illustrazioni del pittore e incisore francese Gustave Dorè.

La proiezione sarà a cura del Cineclub Shining e verrà accompagnata dalle improvvisazioni organistiche di Paul De Mayer. Si continuerà mercoledì 11 luglio sempre a Cristo Re, con un affascinante viaggio musicale dell’Europa sulle note eseguite dall’organista austriaco Matthias Giesen. Il 18 luglio, il Festival sarà ancora a Cristo Re, con le vibrazioni rossiniane proposte a quattro mani da Giuliana Maccaroni e Martino Porcile. Il 25 luglio il Festival si trasferirà nella splendida chiesa del Nome di Dio con gli” angeli al violino”. La serata avrà come protagonisti Silvia Colli al violino barocco e Andrea Chezzi che suonerà il prezioso organo ubicato nella chiesa, realizzato nel 1631 da Antonio Pace. Il 1 agosto, si tornerà a Cristo Re, con la prima delle due serate curate da Lucia Ferrati, che per questa edizione dei Vespri ha scelto le parole di papa Francesco e di Benedetto XVI.

Le letture della Ferrati saranno accompagnate dall’organista tedesco Volker Linz. L’8 agosto l’appuntamento sarà alla chiesa dell’Annunziata con il Collegium vocale Monteverdi di Ravenna, in una serata dedicata al Cantico dei Cantici. Non poteva mancare il tradizionale  appuntamento di Ferragosto, nella Basilica Cattedrale, dedicata all’Assunta che quest’anno vedrà protagonisti l’organista Wladimir Matesic e il soprano Serena Arnò. Il 22 agosto si tornerà a Cristo Re per  il secondo appuntamento con Lucia Ferrati che sarà accompagnata dall’organista Johannes Skudlik. Il festival si chiuderà il 29 agosto, a Cristo Re con l’organista Vorbek Witten. Tutti i concerti avranno inizio alle 21, 15. L’ingresso è libero.

Si sottolinea che il repertorio musicale risulta in perfetta armonia con le architetture e gli strumemti musicali presenti negli edifici. Lo strumento della Chiesa di Cristo Re è il grande e storico organo Mascioni del 1906, premiato all’Esposizione Universale di Milano agli inizi del ‘900 e ubicato, fino al 1975 all’Auditorium Pedrotti del Conservatorio Rossini. La Basilica Cattedrale custodisce un altro e prezioso organo Mascioni del 1969. La Chiesa del Nome di Dio conserva un meraviglioso organo barocco, opera probabilmente unica dell’organista Antonio Pace del 1631. La Chiesa dell’Annunziata non ha uno strumento funzionante e viene utilizzata per concerti di ensemble.

Info: www.vespridorgano.it

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa