Vallata del Foglia, Biancani: «Entro il 2020 la ciclopedonale tra Pesaro, Borgo Santa Maria e i comuni lungo il fiume. Investimenti per 5,5 milioni di euro»

Vallata del Foglia, Biancani: «Entro il 2020 la ciclopedonale tra Pesaro, Borgo Santa Maria e i comuni lungo il fiume. Investimenti per 5,5 milioni di euro»

Interventi idraulici per 14 milioni di euro. Fondi stanziati per la cassa di espansione della Chiusa di Ginestreto e per le aree di laminazione a Pesaro, Vallefoglia -Tavullia e Montecalvo. Previste risorse anche per la messa in sicurezza degli argini tra l'Autostrada e Baia Flaminia

Risorse ingenti e un cronoprogramma ben definito per i progetti che miglioreranno la mobilità e la sicurezza degli abitanti di Borgo Santa Maria e dei comuni della vallata del Foglia. Il presidente della commissione ambiente Andrea Biancani (Pd), intervenendo martedì sera all'incontro "Borgo Santa Maria e la sostenibilità ambientale", organizzato dall'8° Quartiere nella Sala dell'ex cinema, ha fornito le cifre e i tempi che scandiranno i cantieri per i collegamenti ciclopedonali e le opere idrauliche. «Questi lavori – assicura Biancani – miglioreranno la qualità della vita dei residenti e modificheranno il rapporto con il fiume che, pur essendo a pochi centinaia di metri dai centri abitati, non viene vissuto come una risorsa naturalistica perché poco accessibile».

«La Regione  - prosegue - sta lavorando a un grande progetto di mobilità sostenibile in grado di unire la costa all'entroterra, con percorsi ciclopedonali strategici sia per i residenti che per i turisti, coordinati e condivisi con le amministrazioni comunali e con tutti i soggetti che hanno aderito al Contratto di Fiume. Attualmente – ricorda il consigliere regionale – la linea 3 della Bicipolitana parte dal centro storico di Pesaro, Ponte Vecchio, per arrivare fino al Galoppatoio. Con un finanziamento regionale di 5,5 milioni di euro verrà prolungato il percorso in prossimità del fiume che toccherà anche i principali servizi della comunità e le zone artigianali, per renderlo utile anche al raggiungimento dei luoghi di lavoro. Lo studio di fattibilità dei lavori sarà presentato tra febbraio e marzo e il primo tratto, 25 dei 60 chilometri in totale, dovrebbe consentire di arrivare fino a Casinina di Auditore». La prima tranche di opere prevede di collegare l'area del Galoppatoio al centro della frazione di Borgo Santa Maria. «Il tratto misura circa 7 chilometri – specifica Biancani – e per la sua realizzazione è previsto un investimento di 1 milione e 50mila euro. L'obiettivo è quello di arrivare al progetto esecutivo entro pochi mesi e di riuscire a bandire la gara entro il 2019, per iniziare i lavori nel 2020». L'incontro è stata anche l'occasione per presentare il progetto di ulteriori 5 chilometri di ciclabile verso Vallefoglia, con un costo previsto di 430mila euro. «Stiamo parlando di una infrastruttura viaria di mobilità sostenibile che collegherà in sicurezza le zone abitate con i servizi, la parrocchia, le aziende, dove oggi non ci sono, in alcuni casi, neppure i marciapiedi».

Risorse altrettanto significative, circa 14 milioni di euro, saranno destinate nello stesso territorio per la messa in sicurezza degli argini del fiume e per la riduzione del rischio idraulico. «Sono anni che i residenti di questa zona aspettano interventi per avere maggiori garanzie – sottolinea Biancani – e oggi, grazie ad investimenti importanti e ad azioni concrete, possiamo dare loro delle risposte certe. Entro il mese di giugno sarà presentato il progetto esecutivo della cassa di espansione della Chiusa di Ginestreto, un'opera ferma da circa 10 anni. Il progetto, che l'amministrazione comunale di Pesaro sta portando avanti in collaborazione con la Regione, ha un costo di 5,6 milioni di euro». «Ulteriori 5,4 milioni di euro di fondi regionali – prosegue Biancani - saranno impiegati per la messa in sicurezza degli argini e per gli interventi idraulici tra Pesaro, Vallefoglia-Tavullia e Montecalvo. Per la sistemazione degli argini nell'area tra l'Autostrada e il ponte di Baia Flaminia, interessata da numerosi allagamenti negli ultimi anni, saranno investiti 1,5 milioni di euro. Nella zona del Galoppatoio è prevista un'area di laminazione per un costo di 2,2 milioni di euro, un'area di laminazione sarà ricavata a Vallefoglia-Tavullia con 1 milione di euro e una a Montecalvo in Foglia con 700mila euro.  I rimanenti 3 milioni di euro sono risorse a disposizione del Consorzio di bonifica per lo sfangamento delle diga di Mercatale, di cui è già stata avviata la procedura di gara». «Ringrazio i promotori dell'iniziativa, Rodolfo Comes, l'assessore Franca Foronchi, il sindaco Palmiro Ucchielli e Silvia Terenzi  - conclude Biancani –. E' stata un'occasione utile per confrontarci e per illustrare i progetti della Regione».

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa