Un’ondata di brodetto in arrivo al Lido di Fano

Un’ondata di brodetto in arrivo al Lido di Fano

Grandi chef, importanti novità, un grande ritorno e sfide golose per il XVII “Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce” in programma dal 4 al 7 luglio

Il commento ai nostri microfoni di:

Giorgio Bartolini, direttore provinciale confesercenti:

Adolfo Ciuccoli, Presidente Confesercenti Fano:

 

In alto le forchette… il festival più gustoso della riviera adriatica torna anche quest’anno ad aprire l’estate animando il Lido di Fano (lungomare Simonetti) da giovedì 4 a domenica 7 luglio. Un programma ricchissimo di novità per gourmand e curiosi, con idee e iniziative che faranno di Fano il centro del mondo enogastronomico per tutto il weekend.
 
Pesce fresco, conserva di pomodoro, aceto e null’altro. Ecco la ricetta del Brodetto alla fanese, un tempo piatto povero e oggi, grazie all’azione di Confesercenti Pesaro e Urbino, associazione di categoria che organizza il Festival da diciassette anni, ricetta gourmet capace di ispirare le tendenze gastronomiche.
 
“La capacità di valorizzare i prodotti tipici - spiegano Giorgio Bartolini e Pier Stefano Fiorelli, Direttore e Presidente Confesercenti Pesaro e Urbino - rappresenta un elemento decisivo per lo sviluppo del sistema territorio, in considerazione delle importanti ricadute economiche, sociali e turistiche che esso può avere. E in questo senso, quello del brodetto è un caso emblematico: si è trasformato da eccellente ricetta gastronomica a strumento in grado di rappresentare la cultura di un territorio intercettando anche un nuovo segmento di consumatori, rappresentati in particolare da coloro che vivono le esperienze culinarie come più ampie occasioni di conoscenza dei luoghi, delle tradizioni e della cultura”.
 
Che cosa più di un brodetto fumante è in sintonia con l’ospitalità di una città di mare come Fano e di un territorio come il nostro? “In diciassette anni - aggiungono Bartolini e Fiorelli - Confesercenti Pesaro e Urbino ha voluto valorizzare questa intuizione, abbinando il Festival ad altre eccellenze di gusto come vini, oli e prodotti artigianali e il piacere di trascorrere una serata in compagnia sul lungomare assaporando, oltre al brodetto, anche l’aria d’estate. E, in una cornice dove il mare è protagonista assoluto, non ci sono soltanto spettatori, ma ognuno è parte importante ed attiva di tutto questo”.
Ecco perché il Festival si caratterizza sempre più come manifestazione popolare, partecipata e circondata dall’entusiasmo di cittadini e turisti, espressione sincera della cultura e storia locale.
 
La 17^ edizione del Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce - organizzato da Confesercenti Pesaro e Urbino e Comune di Fano - riparte dal Palabrodetto: il luogo dove la tradizione della zuppa di pesce si sposa con l’innovazione della più moderna cucina e in cui il pubblico può assistere alla preparazione dei piatti di chef blasonati. Il tempio del pesce povero torna al Lido, dopo qualche anno di assenza, a sottolineare che il protagonista è sempre lui, il brodetto, in qualunque declinazione lo si presenti, con qualunque tipo di cottura o presentazione.
 
Ai fornelli nel Palabrodetto solo grandi chef. Si alterneranno, nella cucina a vista durante le quattro giornate: Giorgio Barchiesi, alias Giorgione, protagonista di Gambero Rosso Channel (giovedì 4, ore 19.30); lo stellato Stefano Ciotti, chef del ristorante Nostrano di Pesaro (venerdì 5, ore 13); Carmelo Carnevale, direttore culinario di ChefMéd e Fish Bite (venerdì 5, ore 19.30); l’estroso “Chef Maina” (domenica 7, ore 13), già protagonista di una serata al Festival di qualche anno fa, al secolo Andrea Mainardi; e, ultimo, ma non meno importante, lo chef Daniele Canzian direttamente dal Ristorante Daniel di Milano (domenica 7, ore 19.30). I loro piatti, proposti al pubblico (costo 20€, prenotazioni al numero 0721.54708) saranno proposti sempre in abbinamento a due calici del vino ufficiale del Festival: il Bianchello del Metauro Doc proposto dalle 9 cantine del progetto Bianchello d’Autore.
Il Palabrodetto farà anche da scenografia ad una sfida davvero gustosa. Si chiama ADRIATICOntEST (sabato 6, ore 13 e 19.30) ed è la prima competizione tra 4 zuppe del Mar Adriatico: il Brodetto alla Fanese gareggerà contro quello di Porto Recanati; il Brodetto alla Vastese contro la zuppa di Marano Lagunare.
 
Non ci saranno solo chef blasonati, però, perché il Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce è un evento che celebra la tradizione gastronomica di Fano, del suo mare e della cucina povera.
“Il Festival _ ha affermato Etienn Lucarelli, assessore al turismo del comune di Fano _ è indubbiamente uno degli eventi cittadini più importanti per la promozione della nostra Fano. Ed in questo devo dire che gli organizzatori sono stati molto bravi a combinare tra loro, in un solo evento, molti dei prodotti identitari del territorio: il brodetto, che è ormai diventato un biglietto da visita, la moretta, che quest’anno per la prima volta avrà uno spazio dedicato e il vino, che con “Bianchello D’Autore” ha rilanciato una grande doc locale fino a qualche anno fa poco considerata”.
 
L’amministrazione comunale _ ha aggiunto poi il Sindaco Massimo Seri _ crede molto, da sempre, in questa manifestazione sia perchè è stata capace di restituire alla memoria della città alcune delle tradizioni che, forse, sarebbero andate perse, sia per la sua capacità di richiamare turismo. In questo senso dobbiamo plaudere alla decisione, presa lo scorso anno, di spostare le date da settembre a luglio: un’operazione che ha garantito, numeri alla mano, una maggior partecipazione sia turistica che cittadina”.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa