Situazione Nolfi, gli studenti ospitati alla Gandiglio presto saranno trasferiti all’Olivetti

Situazione Nolfi, gli studenti ospitati alla Gandiglio presto saranno trasferiti all’Olivetti

Riunione stamattina tra Provincia, Comune, dirigente scolastico, insegnanti e genitori

Il sindaco di Fano Massimo Seri e l’assessore ai Servizi Educativi Samuele Mascarin, hanno partecipato questa mattina ad un incontro negli uffici della Provincia nel quale erano presenti il presidente Giuseppe Paolini, il dirigente del Servizio Edilizia Scolastica Maurizio Bartoli, il capo ufficio dell’area tecnica Maurizio Pierantoni, il dirigente scolastico del Nolfi Samuele Giombi e alcuni rappresentanti di docenti e genitori.
 
Oggetto dell’incontro, la situazione dell’ex Carducci e gli scenari futuri che attendono nei prossimi mesi gli studenti.
 
L’amministrazione comunale ha preso atto dalla Provincia che sono in fase di assegnazione i lavori per la ristrutturazione di altre 4 aule di Palazzo Petrucci (sede dell’Olivetti) dove nei primi mesi del 2020 saranno trasferite le tre classi dell’ex Carducci che attualmente si trovano alla Gandiglio.
 
Per quanto riguarda situazioni a medio/lungo termine invece, al vaglio ci sono varie ipotesi: la ristrutturazione o demolizione e ricostruzione dell’ex Carducci, la riqualificazione completa di Palazzo Marcolini e la completa messa in sicurezza di Palazzo Petrucci.
 
Dal dibattito è emersa la volontà condivisa dalle parti di agire verso due strade, sia per una questione di tempi, che economica: la prima è quella della completa demolizione e ricostruzione nello stesso luogo dell’ex Carducci dove sorgerà quindi uno stabile che sarà funzionale per almeno 30 anni; la seconda è di avviare al più presto i lavori per la parte restante di Palazzo Petrucci (quella non occupata attualmente né dall’Olivetti né dal Nolfi) che, una volta messo in sicurezza dal punto di vista statico e sismico, potrà disporre di 27 aule rispondendo così alla completa esigenza dell’ex Carducci e che, terminata l’”emergenza”, sarà a disposizione del Comune.
 
Per far si che parta l’iter burocratico per queste due opere occorre velocizzare i tempi per la progettazione e trovare quanto prima i finanziamenti, anche con l’accensione di un mutuo.
 
“La Provincia – spiegano Seri e Mascarin – ci ha rassicurato che ad inizio settimana inizierà a muoversi su entrambi i fronti, valutando anche l’ipotesi di predisporre un concorso di idee per i due progetti. Dal canto nostro abbiamo chiesto al presidente Paolini di aggiornarci entro la fine della settimana prossima e di aggiornare al tempo stesso la scuola e i genitori con cui tra massimo 15 giorni ci si dovrà rivedere per rifare il punto”.
 
L’imminente trasferimento degli studenti attualmente alla Gandiglio all’Olivetti, è ovviamente accolto con soddisfazione da parte dell’amministrazione: “Siamo consapevoli dei disagi che affrontano ogni giorno docenti e genitori – concludono Seri e Mascarin – ed essere riusciti a diminuire ulteriormente la dispersione portando gli edifici ospitanti da 3 a 2 è un ulteriore passo in avanti ed un segnale che ci lascia ben sperare anche per i prossimi due step che sono appunto la sistemazione completa di Palazzo Petrucci e la ricostruzione dell’ex Carducci”.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa