Sesta tappa del "Prima c’è il quartiere tour", il candidato sindaco Baiocchi: "Candelara e Novilara abbandonate dall’attuale amministrazione"

Sesta tappa del

"L’abbandono delle zone periferiche da parte dell’attuale amministrazione è stato il tema principale"

di Comitato Nicola Baiocchi Sindaco

Ieri sera “Prima c’è il quartiere tour” del candidato a sindaco della coalizione di centrodestra, Nicola Baiocchi, ha fatto tappa nel quartiere denominato “Delle colline e dei castelli”, che comprende Candelara, Novilara, Trebbiantico e Santa Maria dell'Arzilla.      
Numerosi i cittadini presenti che, insieme a Nicola Baiocchi, hanno toccato tanti temi sentiti. L’abbandono delle zone periferiche da parte dell’attuale amministrazione è stato il tema principale, così come la mancanza di gestione delle zone verdi, della manutenzione delle strade e della cura di monumenti (l’anfiteatro di Novilara ha suscitato interesse nel Comune solo recentemente, a fine mandato), per finire con le difficoltà nel settore dei trasporti pubblici.
L’isolamento commerciale è stata l’istanza principale presentata dai cittadini di Candelara che hanno fatto notare le difficoltà sempre crescenti dei commercianti di queste zone, isolati dai progetti turistici del centro città, oltre ai ben noti problemi legati ai parcheggi.        
“Si sente - spiega il candidato sindaco di Pesaro, Nicola Baiocchi - la mancanza di un progetto che possa collegare i borghi in modo più duraturo durante l’anno e non occasionalmente, con ottimi risultati, come nel caso di “Candele a Candelara”, che non riesce a sostenere commercialmente il quartiere. La mancanza di investimenti in queste zone, nonostante la possibilità di ottenere i fondi europei per le periferie, sta mettendo in crisi la tipicità del prodotto locale e dei lavoratori collegati alla produzione.”
Per quanto riguarda Novilara, i cittadini hanno chiesto che assoluta priorità venga data alla realizzazione di un parcheggio auto adiacente al Circolo, promesso ma mai realizzato, e al ripristino del servizio autobus fino a Novilara anche nei giorni festivi. Tra le altre richieste la realizzazione di un centro polifunzionale che racchiuda un centro di aggregazione giovanile, di un ufficio postale, di un ambulatorio medico e di una farmacia, nonché un bancomat. Anche in quest’ultimo caso era stato promesso un centro polifunzionale, che doveva contenere i servizi essenziali, ma non è stato mai realizzato.
Altro tema affrontato è la sicurezza del territorio.
“Tra le nostre proposte contro l’abbandono delle periferie c’è l’aumento dei controlli tramite il vigile di quartiere, per dare una risposta al problema dei furti in aumento in queste zone - spiega Nicola Baiocchi -. Molti investimenti da parte del Comune in eventi e strutture del centro rispecchiano la mancanza di cura verso i quartieri periferici, che dovrebbero essere invece il primo punto d’incontro con il cittadino per ascoltare e capire i problemi della città”.
 

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa