Riviera Banca si presenta alla città di Pesaro, sabato 11 maggio alle 10:00 convegno all'Hotel Excelsior

Riviera Banca si presenta alla città di Pesaro, sabato 11 maggio alle 10:00 convegno all'Hotel Excelsior

L'istituto di credito intende sempre più rafforzare il proprio ruolo di banca di riferimento del territorio, tra la provincia di Pesaro Urbino e quella di Rimini, a sostegno di famiglie ed imprese.

di Ufficio Stampa

Riviera Banca si presenta alla città di Pesaro. L'istituto di credito intende sempre più rafforzare il proprio ruolo di banca di riferimento del territorio, tra la provincia di Pesaro Urbino e quella di Rimini, a sostegno di famiglie ed imprese.
 
Proprio per lanciare spunti e mostrare opportunità di sviluppo di un settore fondamentale dell'economia locale, quale il Turismo, Riviera Banca ha organizzato per Sabato 11 Maggio alle ore 10 un convegno all'hotel Excelsior: “Tourism Innovation-Strategie di successo per la tua stagione estiva”. Nel corso dell'iniziativa interverranno, dopo i saluti del presidente di Riviera Banca Fausto Caldari, il direttore generale della Banca Gianluca Conti ed esperti del settore: da Gian Marco Montanari, amministratore delegato e fondatore di “Albergatore Pro srl”, che parlerà delle leve per l'ottimizzazione del fatturato e di come massimizzare l'occupazione anche in bassa stagione, a Carlo Spagliardi, amministratore delegato di “Credit Data Research”, che interverrà sui nuovi metodi per valutare qualitativamente le strutture ricettive e, infine, a Matteo Merlini dell'Area Mercato di Riviera Banca che farà una panoramica sull'evoluzione dei sistemi di pagamento e sugli strumenti di marketing più efficaci. Si terrà invece alle ore 16 l'inaugurazione della nuova filiale di Riviera Banca in viale della Repubblica, la terza della città e posta in una zona strategica, a dimostrazione di un radicamento nel territorio molto forte. Alle 17 infine l'appuntamento è all'Auditorium Pedrotti con la presentazione del libro “Noi pesaresi” di Stefano Giampaoli: un'iniziativa realizzata in collaborazione con il Resto del Carlino e con il patrocinio del Comune di Pesaro. Il volume, che trae ispirazione dalla rubrica del Resto del Carlino (a cura del giornalista Franco Bertini) “Noi pesaresi”, parla della città e dei suoi cittadini e di quel forte senso di appartenenza che ogni pesarese prova per Pesaro: la pesaresità.
 
“Riviera Banca, anche se appena nata, è già la banca del territorio – spiega il presidente Caldari – La nostra storia e la nostra identità infatti ci consentono di poter contare su un forte radicamento nel tessuto socio-economico locale che vogliamo sostenere anche con iniziative come quella in programma sabato che intende mostrare, ai nostri già qualificati operatori economici, le opportunità offerte dalle strategie di innovazione nel settore turistico. Il contributo fornito per la realizzazione del libro “Noi pesaresi” rientra invece tra quelle attività di sostegno al Welfare, alla Sanità, allo Sport e alla Cultura che costantemente portiamo avanti da anni e che continueremo a portare avanti anche in futuro”.
 
“Riviera Banca ha accettato la sfida del cambiamento e intende fornire alla comunità in cui opera gli strumenti per cogliere le opportunità dei mutamenti in atto nella nostra società invece che subirli – spiega il direttore generale Conti -  Vogliamo assumere un ruolo di riferimento per il territorio: la nostra banca deve essere motore di sviluppo capace di affiancare alla tradizionale attività di intermediario finanziario anche quella di intermediario dell'economia reale. Un ruolo che esercitiamo anche attraverso iniziative come quella in programma sabato che ci permettono un dialogo diretto con gli operatori del territorio, vera ossatura del tessuto socio-economico locale, per mostrare loro le opportunità di sviluppo che si possono presentare mettendo in campo strategie innovative nel settore turistico, e non solo. Agire locale e pensare globale è alla base della filosofia della nuova banca che vuole essere leader nel gruppo ICCREA, nel mercato e nel territorio”.
 
 

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa