Riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica: analisi dei reati commessi nel corso dell’anno

Riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica: analisi dei reati commessi nel corso dell’anno

Nella città di Pesaro, nel periodo 9.12.2016-8.12.2017 raffrontato all’anno precedente, i furti registrano un leggero aumento, evidente in quelli in abitazione (+ 10), in quelli negli esercizi commerciali (+ 17) di automobili (+5) e motocicli (+16).

di Prefettura Pesaro e Urbino

Nella mattinata odierna il Prefetto Dr.ssa Carla Cincarilli, ha convocato e presieduto una riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Nel corso dell’incontro, a cui hanno partecipato i Vertici Provinciali delle Forze di Polizia, il Comandante della Polizia Provinciale, il Sindaco e l’Assessore alla sicurezza del Comune di Pesaro unitamente al Comandante della Polizia Municipale si è proceduto ad una attenta analisi dei dati concernenti i reati commessi nel corso dell’anno e nell’ultimo trimestre in quel Comune. Il Prefetto, nel rilevare che l’apparato di sicurezza statale opera con efficacia e tempestività, ha evidenziato principalmente che, nonostante una generale diminuzione dei delitti su base annuale nell’ambito della provincia, nel Comune di Pesaro il fenomeno dei reati predatori più gravi (furti e rapine) risulta in leggero aumento e continua ad essere la tipologia criminosa che più di altre incide negativamente sulla c.d. “sicurezza percepita”. Nella città di Pesaro infatti, nel periodo 9.12.2016-8.12.2017 raffrontato all’anno precedente, i furti registrano un leggero aumento, evidente in quelli in abitazione (+ 10), in quelli negli esercizi commerciali (+ 17) di automobili (+5) e motocicli (+16). Tuttavia il dato complessivo annuale dei furti a Pesaro deve essere letto alla luce di un andamento migliore registratosi nell’ultimo trimestre (8.9.2017-8.12.2017) rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, in quanto si registra una tendenza alla flessione (-147) che si estende anche ai furti in abitazione (-32) e quelli commessi negli esercizi commerciali (-8). Una particolare attenzione è stata dedicata al tema delle rapine, in aumento sia a livello provinciale che nella città di Pesaro (+14 su base annuale). In diminuzione le truffe e le frodi informatiche (-32). Se si considera il complesso dei delitti nel capoluogo, che nell’ultimo trimestre conferma una tendenza alla diminuzione (-106 in totale), la situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nella città di Pesaro merita attenzione anche se non si registrano picchi di particolare allarme. Si è inoltre evidenziato che comunque occorre mantenere alto il livello di attenzione anche con il contributo degli stessi cittadini con accorgimenti di buon senso ovvero con investimenti in misure di sicurezza, tecnologiche e non, che costituiscono un efficace deterrente alla criminalità diffusa. Da parte loro le Forze di polizia continueranno ad intensificare servizi mirati, sia a Pesaro che nella provincia, verso le aree dove l’analisi georeferenziata evidenzia le situazioni più critiche, chiedendo anche temporanei rinforzi di uomini a supporto di un potenziamento del controllo. Il Sindaco ha ringraziato il Prefetto per la tempestiva convocazione della riunione che costituisce un segnale di attenzione verso il disagio espresso dalla popolazione, sottolineando l’ottimo rapporto con le forze di polizia presenti sul territorio e confermando la totale collaborazione che si è evidenziata negli scorsi anni che continuerà ancora con l’ulteriore implementazione della videosorveglianza. Il Sindaco ha altresì confermato l’utilità degli incontri che si sono svolti nei vari quartieri della città per sensibilizzare i cittadini ad adottare le necessarie misure prudenziali e di difesa passiva che contribuiscono a scongiurare gli episodi criminosi. Il Prefetto ha rappresentato che la stessa analisi scientifica dei dati verrà effettuata nei confronti di tutti gli altri Comuni della Provincia per individuare quelle aree che, pur nella diminuzione generale degli episodi, presentano delle punte di criticità. Il Prefetto ha inoltre evidenziato la necessità di rendere sempre più visibili le forze di polizia sul territorio che, in relazione al rilevante impegno di servizi di ordine pubblico per le numerose manifestazioni di questo periodo natalizio e della crescente presenza turistica, saranno rafforzate con l’impiego del Reparto di Prevenzione Crimine e/o della C.I.O. dei Carabinieri sia in funzione preventiva che repressiva dei reati.
 

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa