Ripartenza turismo e attività economiche, Biancani: «In arrivo le prime misure per sostenere il tessuto ricettivo e produttivo»

Ripartenza turismo e attività economiche, Biancani: «In arrivo le prime misure per sostenere il tessuto ricettivo e produttivo»

Si punta a sostegni finanziari diretti, incentivi per le vacanze e ulteriori risorse per l'accesso al credito. Preso l'impegno dall'assessore Pieroni di fornire entro due settimane pronto il protocollo per la sanificazione e la sicurezza

«Un primo passo per sostenere il tessuto produttivo e ricettivo». Così il consigliere regionale Andrea Biancani (Pd) definisce il nuovo pacchetto di misure urgenti anticipate in Consiglio regionale, esaminando una serie di interrogazioni e mozioni, molte delle quali anche a sua firma. «Nelle scorse settimane – spiega Biancani – ho presentato, attraverso mozioni e interrogazioni, alcune richieste e proposte per aiutare la ripartenza economica e sostenere tutti i settori, compreso il turismo, e gli atti approvati contengono anche alcuni dei miei suggerimenti». «Tra le misure urgenti – specifica - è previsto un contributo agli operatori turistici per l'adeguamento al protocollo di sicurezza delle strutture ricettive, balneari e della ristorazione e in generale per i titolari di esercizi commerciali, stanziando un fondo di diversi milioni di euro. Allo studio anche contributi per incentivare il flusso di turisti che provengono da fuori regione, in particolare i marchigiani residenti all'estero, attraverso, ad esempio, rimborsi di una quota delle spese di viaggio. Sempre sul versante dell'accoglienza, la Regione prevede di assegnare, con un fondo di circa 250mila euro, finanziamenti diretti, a fondo perduto, ai tour operator dell'incoming che nel corso del 2020 hanno investito in attività di accoglienza che non possono recuperare in questa stagione. A questo si aggiunge l'intenzione di sostenere i tour operator e le agenzie per favorire la partecipazione dal prossimo autunno alle fiere di settore». Biancani insiste sulla collaborazione tra i vari operatori per riprogettare e coordinare l'offerta turistica, dalla comunicazione all'ospitalità, e conferma che sarà redatto un «Piano di promozione turistica per l'Italia, con un investimento di circa 2 milioni di euro, con un'attività di comunicazione che partirà dai primi di maggio». «Entro la prima metà di maggio – aggiunge – , come ha annunciato l'assessore al turismo Pieroni, sarà definito il Protocollo sanitario per la sanificazione e le procedure di sicurezza delle strutture. I funzionari del turismo e quelli della sanità stanno ultimando le linee guida da presentare alle associazioni di categoria per accogliere i turisti e i clienti. Questo è fondamentale per dare tranquillità, certezze e indicazioni agli operatori che hanno bisogno di fare anche una stima dei costi necessari per la messa in sicurezza delle loro attività, sia turistiche che commerciali». Sul fronte degli spostamenti, Biancani ha sollevato anche il problema legato alla mobilità tra i territori di confine, «servono accordi interregionali perché in molte località marchigiane, come ad esempio Gabicce e Gradara, l'arrivo dei turisti è anche legato alla possibilità di raggiungere le seconde case». «Siamo consapevoli della necessità di fare scelte in tempi rapidissimi – conclude – ma dobbiamo definire con attenzione cosa fare, chi sostenere e come, confrontandoci con tutti i rappresentanti delle categorie e istituzionali, per non lasciare indietro nessuno». 

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa