Ricci: «Dal 5G alla mobilità sostenibile, ecco le sfide delle città»

Ricci: «Dal 5G alla mobilità sostenibile, ecco le sfide delle città»

Il sindaco all’assemblea dell’Anci di Arezzo: Comuni colgano opportunità di modernizzazione

«Il futuro presenta molte più opportunità che rischi. Ma bisogna attrezzarsi», dice Matteo Ricci all’assemblea dell’Anci in corso ad Arezzo.  

In sintesi: «I sindaci devono giocare con grande coraggio la sfida del 5G: se perdiamo l’opportunità di modernizzazione delle città e del Paese resteremo indietro. Necessarie iniziative di formazione per gli amministratori e campagne di informazione per tutti sul tema». Urbanistica al secondo punto: «Siamo i primi sindaci dal Dopoguerra che non programmano l’espansione della città, ma incentivano la trasformazione della città costruita. Un cambio culturale radicale. Bene, in questo senso, la conferma degli incentivi sull’efficientamento energetico, così come l’introduzione del bonus facciate al 90 per cento. Efficientamento energetico e trasformazione sostenibile delle città possono diventare strumento di crescita». Ancora: «La tecnologia ci viene incontro sulla mobilità. Pesaro è città della bicicletta con la bicipolitana anche per la sua conformazione. Con l’avvento dell’ e-bike e dell’elettrico applicato ai mezzi di mobilità leggeri è destinata a cambiare la mobilità sostenibile di tutte le città italiane. Anche di quelle collinari». Infine: «Chiediamo a Cassa depositi e prestiti lo stanziamento di un finanziamento di un miliardo, a tasso zero, per le azioni dei piccoli Comuni contro lo spopolamento. Serve un piano di investimenti molto forte: in questo senso, Cassa depositi e prestiti può diventare un veicolo importante». 

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa