Polizia Stradale di Pesaro, controllati 637 veicoli nell'ultimo fine settimana

Polizia Stradale di Pesaro, controllati 637 veicoli nell'ultimo fine settimana

Numerose le violazioni al codice della strada contestate

di Ufficio Stampa

Durante l’ultimo fine settimana, la Sezione Polizia Stradale di Pesaro ha impiegato 42 pattuglie per il controllo della viabilità sia in ambito autostradale, che in viabilità ordinaria, proprio per far fronte all’aumento del traffico dovuto al rientro degli italiani dalle ferie.

I veicoli controllati sono stati 637, numerose le violazioni al codice della strada contestate, tra le più importanti, per quanto riguarda la sicurezza, sono state contestate 10 violazioni per guida in stato di ebbrezza e 22 violazioni per l’utilizzo di cellulare in auto, senza far uso di vivavoce o auricolare (così da avere le mani libere e poter sentire l’eventuale sopraggiungere di mezzi di soccorso).

Si rappresenta che il controllo sull’utilizzo di cellulare è stato effettuato nell’ambito dell’operazione alto impatto della Polizia Stradale, riguardante tutto il territorio nazionale e utilizzando anche personale in borghese con auto “civetta”, cioè senza i colori polizia.

Le notizie di maggior interesse del fine settimana, escludendo il sinistro con esito mortale avvenuto domenica mattina a Ponte Sasso di Fano, dove decedeva un motociclista e di cui la stampa ha già dato notizia, sono:

Sabato 29 verso le ore 9.30, all’uscita della galleria del Furlo, in superstrada con direzione monte, una autovettura con a bordo una famiglia fiorentina al rientro dalle ferie, investiva un cane . A seguito dell’urto rimaneva ferita la figlia quattordicenne del conducente, che veniva trasportata all’ospedale di Urbino, fortunatamente le lesioni erano lievi e la prognosi di 5 giorni.

Il cane, rimasto ferito, veniva soccorso e trasportato in clinica ad Urbania, grazie al microchip si contattava il proprietario, per l’aspetto assicurativo e l’eventuale sanzione per il mancato controllo dell’animale.

Incidente rilevato a Montefelcino, tra il conducente di un autovettura Z.G. di anni 54, originario della Sardegna ma da anni residente in zona e un motociclista G.G. di anni 59, di Isola del Piano.

A seguito del controllo del conducente la vettura, si rilevava un tasso alcol emico di 1.93 g/l, circa 4 volte più alta del limite consentito e la patente di guida scaduta da oltre un anno. La dinamica del sinistro è al vaglio della Polizia Stradale del Distaccamento di Fano, ma lo stato di alterazione del conducente ha sicuramente influito sulla perdita del controllo della vettura.

Durante la notte tra sabato e domenica, in Fano è stata denunciata una donna residente a Fano con un tasso alcolemico di 1.94 g/l, la signora risultava già recidiva, essendo stata sorpresa altre volte alla guida in stato di ebbrezza, per questo motivo rischia la revoca della patente. Un altro conducente, risultato positivo al controllo etilometrico, veniva denunciato anche per inottemperanza al foglio di via della Questura di Pesaro, in quanto non poteva rientrare nel territorio del comune di Fano .

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa