Pesaro Studi, Ricci: «Bene voto consiglio, ora chiederemo incontro al rettore Stocchi insieme a Frenquellucci»

Pesaro Studi, Ricci: «Bene voto consiglio, ora chiederemo incontro al rettore Stocchi insieme a Frenquellucci»

Sindaco soddisfatto: così impostata l’operazione regge, andremo avanti con determinazione. Università Urbino in cima a lista preferenze, «se non arrivasse disponibilità dalla Carlo Bo sentiremo altri atenei»

 «Bene il consiglio comunale sulla riapertura dei corsi universitari a Pesaro». Matteo Ricci, a Roma per impegni istituzionali, si dice «soddisfatto» dopo il voto sulla mozione presentata dai Cinque Stelle (nessun contrario nell'assemblea, con 20 favorevoli e 6 astenuti). Sul tema il sindaco aveva già annunciato la convergenza della maggioranza: «E’ un passo avanti concreto per provare a riportare l’università a Pesaro in condizioni fattibili per il Comune. Adesso la presa di posizione del consiglio ci consente di lavorare da subito sull’obiettivo. Impostato in questa maniera il disegno regge e andremo avanti in modo determinato. Nei prossimi giorni chiederò un incontro al rettore dell’università di Urbino Vilberto Stocchi insieme alla consigliera Francesca Frenquellucci (capogruppo M5S) per approfondire il tutto», il commento dopo l’assise.  Il sindaco guarda in via prioritaria alla Carlo Bo: «Naturalmente è in cima alle nostre preferenze e siamo fiduciosi. Se poi non dovesse arrivare la disponibilità sentiremo altri atenei». Aggiunge Ricci sulla vicenda:  «Il Comune non poteva continuare a mettere 900mila euro nella parte corrente del bilancio per pagare l’affitto e i corsi all’università di Urbino. Erano sbagliate le modalità dell’accordo dall’inizio. All’epoca mi è dispiaciuto tagliare – evidenzia - ma credo che abbiamo fatto bene a utilizzare quelle risorse sul sociale e sugli asili, che sono di competenza comunale. Avevamo però sempre detto che eravamo pronti a individuare i locali per metterli gratuitamente a disposizione dell’università. Grazie al lavoro di stimolo dei consiglieri 5 Stelle adesso abbiamo definito le soluzioni: nell’immediato la scuola Olivieri e in prospettiva una parte del San Domenico che ristruttureremo. Tra l’altro era esattamente questa l’idea originaria per quel contenitore del centro. Ho apprezzato l’atteggiamento dei consiglieri Cinque Stelle che hanno compreso la differenza tra la parte corrente e la parte investimenti del bilancio comunale. E sono contento di collaborare con loro per raggiungere un obiettivo importante per la città», conclude il sindaco.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa