Pesaro e Urbino, CNA lancia l’appello ai sindaci della provincia. “Sospendere subito Imu, Tari, Tasi e Tosap”

Pesaro e Urbino, CNA lancia l’appello ai sindaci della provincia. “Sospendere subito Imu, Tari, Tasi e Tosap”

L’associazione al Coordinamento costituitosi in Provincia: “Non chiediamo un congelamento ma un vero e proprio ricalcolo”

La CNA di Pesaro e Urbino ha scritto stamane una lettera al Coordinamento dei sindaci costituitosi sotto l’egida della Provincia di Pesaro e Urbino in conseguenza all’emergenza Coronavirus. Ecco il testo della lettera.
 
“La CNA di Pesaro e Urbino in ordine all’emergenza Covid-19 - e visto il momento di particolare difficoltà che tutte le imprese della produzione, del commercio e dei servizi stanno attraversando a causa di chiusure e limitazioni della propria attività in conseguenza all’osservanza delle disposizioni del Governo per il contenimento del virus - si rivolge al Coordinamento dei sindaci, costituitosi in capo alla Provincia di Pesaro e Urbino, richiedendo misure di sostegno alle suddette attività.
  
In particolare la CNA di Pesaro e Urbino, vista la gravità della situazione ed il perdurare dell’emergenza, richiede la sospensione immediata di tutti i tributi comunali per le imprese (Imu; Tari; Tasi e Tosap).
 
Non si tratta di un semplice congelamento o di rinvio delle scadenze ma servirebbe al riguardo un vero e proprio ricalcolo dei tributi, commisurato al periodo di emergenza e dunque tenendo conto dei giorni di chisura e/o limitazione dell’attività, almeno relativo alla durata del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri.
 
Le aziende della provincia di Pesaro e Urbino, soggette a chiusure e limitazioni già dall’8 marzo, stanno subendo un colpo durissimo al sistema economico e produttivo.
Serve quindi – al di là dei provvedimenti del Governo in materia di aiuti alle imprese e all’economia – un aiuto concreto anche da parte degli Enti locali ed in particolare del Comuni”.
 
“Confidiamo per questo  conclude la lettera della CNA - nella comprensione e nella sensibilità dei sindaci della provincia di Pesaro e Urbino”.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa