Pesaro-Assisi in bicicletta, al via la prima edizione. Biancani «Un'esperienza unica che per tre giorni unisce sport, natura e spiritualità»

Pesaro-Assisi in bicicletta, al via la prima edizione. Biancani «Un'esperienza unica che per tre giorni unisce sport, natura e spiritualità»

40 ciclisti sono partiti dalla Cattedrale per partecipare al pellegrinaggio tra Marche e Umbria organizzato dall'associazione "San Martino bike & tours" guidata da Alessandro Montanari. 191 chilometri e 5500 metri di dislivello, con tappe a Monte Giove, Fonte Avellana e Gualdo Tadino

Tre giorni in sella alla Mountain bike per attraversare il confine tra Marche e Umbria e raggiungere Assisi. Sono 40 i partecipanti al nuovo pellegrinaggio su due ruote organizzato dalla "San Martino Bike & Tours". Dopo la positiva esperienza della "Pesaro-Loreto in MTB", giunta alla sesta edizione, l'associazione sportiva guidata da Alessandro Montanari ha proposto un nuovo tour che si concluderà domenica 15 settembre nella città di San Francesco, dopo aver percorso 191 chilometri, per 5500 metri di dislivello. I ciclisti, 36 uomini e 4 donne, provenienti da tutte le Marche e da fuori regione, sono partiti dalla Cattedrale di Pesaro, dopo la benedizione del parroco Don Stefano Brizi. Alla partenza dell'evento anche il consigliere regionale Andrea Biancani, presidente della commissione ambiente, che si è complimentato con gli organizzatori. «Questa iniziativa – sostiene Biancani – rappresenta un modo nuovo e originale per promuovere il nostro territorio, perché unisce per tre giorni sport, natura e spiritualità. Accanto alla Pesaro-Loreto, che nel tempo ha visto raddoppiare i partecipanti, la Pesaro-Assisi può costituire un ulteriore passo avanti per dar vita a un nuovo segmento del cicloturismo dedicato ai luoghi della spiritualità, di cui la nostra regione è particolarmente ricca. Sono mete suggestive, spazi affascinanti dove è possibile trovare serenità e pace». Prima tappa del ciclo-pellegrinaggio il Monastero di Fonte Avellana alle pendici del Monte Catria, per poi proseguire il giorno seguente in direzione di Gualdo Tadino. Arrivo previsto ad Assisi, con indosso la maglia dell'evento, nel tardo pomeriggio di domenica, per ricevere nella Basilica la "Benedizione del ciclista". «Il percorso – spiega Montanari – prevede anche tappe intermedie nelle abazie e nei santuari, come a Monte Giove o a San Cassiano, con momenti di riflessione e raccoglimento. E' un'esperienza di viaggio molto intensa che invita a riscoprire il tempo e ad adeguarsi ai ritmi delle strutture che ci ospitano. A Fonte Avellana ad esempio incontreremo il priore, Don Gianni Giacomelli, e parteciperemo ai vespri». Attrezzato anche per le bici elettriche, il tour è accessibile a tutti, come sottolineano gli organizzatori – insieme a Montanari, ci sono Alessandro Eusebi, Fausto Guerra, Michele Tombari e Giuseppe Zonghetti – , e prevede anche la valorizzazione dei prodotti locali, con degustazioni enogastronomiche.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa