Per la Gibam Fano sabato il derby sul campo de La Nef Osimo di coach Roberto Masciarelli

Per la Gibam Fano sabato il derby sul campo de La Nef Osimo di coach Roberto Masciarelli

Un match foriero di insidie e pericoli nella corsa verso il primo posto

di Ufficio Stampa

Nuovo derby alle porte per la Gibam Fano che sabato, a partire dalle ore 17.30, sarà impegnata sul campo de La Nef Osimo di coach Roberto Masciarelli.
Un match, questo, foriero di insidie e pericoli nella corsa verso il primo posto che, se conquistato al termine del girone di andata, significherebbe qualificazione alle finali di Coppa Italia.
Roberto Pascucci, uno dei due più stretti collaboratori di coach Andrea Radici, analizza la trasferta in terra osimana: "Prima di tutto - afferma Pascucci - siamo di fronte ad un derby, che non è mai una partita qualunque. Osimo è una squadra molto fisica che, se in giornata, può creare problemi a chiunque. Dovremo essere bravi noi ad avere un approccio al match convincente e determinato".
Curioso l'andamento del campionato fino ad ora da parte de La Nef: i ragazzi di Masciarelli hanno iniziato alla grande con quattro vittorie consecutive, per poi subire cinque sconfitte di fila (una delle quali al tie break contro la seconda forza del campionato, Pineto) ed in casa Osimo non vince dal 3 novembre: "Loro hanno avuto un andamento altalenante - ribadisce Roberto Pascucci - ma hanno un roster di grande valore. Bruschi, Pesaresi e Cremascoli rappresentano l'ossatura esperta della squadra, accanto a loro ci sono dei giovani interessanti che in alcune partite hanno ben fatto. Sarà necessario battere bene come contro Andria per evitare il gioco veloce del palleggiatore e stare attenti ai minimi particolari".
Facendo un passo indietro e tornando alla gara contro Andria, Pascucci ci tiene a sottolineare la prestazione dei giovani virtussini: "Conosco bene i vari Lucconi, Paoloni, Iannelli e Tallone e posso confermare con fierezza che quest'anno hanno fatto un grande salto di qualità. La passata stagione è servita da esperienza, in questa invece vedo un gruppo che va avanti per la propria strada senza impaurirsi degli eventuali ostacoli che si trova davanti. Insieme ai veterani i nostri ragazzi stanno formando un giusto mix e di partita in partita tutti stanno crescendo".
Certo però che gli infortuni non aiutano: "Effettivamente - afferma Pascucci - nel mese di pausa lo staff ha dovuto rivedere i programmi ma sono contento che Lorenzo Paoloni abbia risposto positivamente nello scorso turno. Anzi, devo dire che la squadra è riuscita a mettere in pratica il lavoro svolto in settimana, migliorando al servizio e consolidando la fase di ricezione".
Pineto è seconda ad un punto, quando mancano due giornate al termine dell'andata: "Se vogliamo agguantare le finali di Coppa Italia - conclude il collaboratore di Radici - non possiamo permetterci nessun passo falso. Nel prossimo turno l'avversario più ostico tocca a noi, ma l'ultima di andata sarà caratterizzata da alcuni scontri diretti interessanti".
 

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa