Panoramica e strade provinciali, il sindaco Matteo Ricci: "L'opposizione pesarese ha fatto di tutto affinché non venissero asfaltate"

Panoramica e strade provinciali, il sindaco Matteo Ricci:

"Bisogna adoperarsi per il bene comune sempre, le beghe politiche vengono dopo e sono abbastanza avvilenti"

dalla Pagina Facebook del sindaco di Pesaro Matteo Ricci

"#panoramica e altre strade provinciali. L’opposizione pesarese ha fatto di tutto affinché non venissero asfaltate 

Scusate ma devo raccontavi ciò che è successo, perché non riesco a capacitarmi e non riesco a capire come si possa agire così contro la nostra città.

In questi anni, giustamente, ci avete sollecitato la sistemazione della panoramica e di altre strade provinciali nel nostro Comune (Tre Ponti, Candelara/Novilara, per Ginestreto, per Tavulia, ecc.). A tutti abbiamo risposto che a causa delle difficoltà delle Province (che dovevano essere abolite), la provincia di PU ha concentrato le poche risorse che aveva sulle aree interne e sulle tante frane.

Per recuperare gli interventi nelle strade provinciali a Pesaro abbiamo fatto un accordo con la Provincia stessa: abbiamo deciso di vendere il rudere dell’ex carcere minorile (di cui Comune e Provincia sono comproprietari) e di utilizzare il 70% dell’introito sulle strade di Pesaro e il restante 30% sulle altre strade.

L’opposizione non solo ha votato contro in Consiglio Comunale, ma il suo vero capo (Alessandro Bettini) ha chiamato, uno a uno, i consiglieri provinciali per votare contro l’accordo 😳

Per fortuna il Consiglio Provinciale a maggioranza ha votato a favore e potremo così asfaltare la Pano™ e altre strade. Grazie ai consiglieri provinciali e al Presidente Paolini.

Sono incredulo perché credo che tutti dovrebbero lavorare per la nostra città. Non contro Pesaro perché si teme che votino per noi se si asfaltano le strade! Bisogna adoperarsi per il bene comune sempre, le beghe politiche vengono dopo e sono abbastanza avvilenti. Mi sbaglio?

#cittàchecambia #wepesaro

P.S. Prima di decidere di vendere il rudere dell’ex carcere abbiamo verificato che non servisse alla Regione Marche per ampliare il centro per l’impiego."

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa