Mobilità elettrica, Biancani: «Sostenibilità e ambiente priorità per la Regione»

Mobilità elettrica, Biancani: «Sostenibilità e ambiente priorità per la Regione»

Stanziati 2 milioni e 200 mila euro per l'acquisto di auto eco-sostenibili per i Comuni e per l'installazione di colonnine di ricarica in spazi privati accessibili al pubblico, come ad esempio distributori di carburante, attività commerciali e strutture ricreative. «Le Marche tra le prime in Italia ad investire in queste infrastrutture, una scelta che produrrà risultati nella diminuzione dell'inquinamento, educando i cittadini alla mobilità sostenibile»

Nuovi bandi in arrivo per incentivare la mobilità elettrica. La Regione in questi giorni ha stanziato circa 2milioni e 200mila euro per finanziare ulteriori contributi rivolti alle amministrazioni locali, per sostituire i veicoli inquinanti con auto eco-sostenibili, e ai privati, per rafforzare la rete di infrastrutture di ricarica. «E' un importante passo avanti nell'attuazione del Programma per lo sviluppo e la diffusione della mobilità elettrica - spiega il presidente della commissione ambiente e trasporti Andrea Biancani (Pd) -. La Regione ha finanziato con 890mila euro un nuovo bando rivolto ai Comuni per rinnovare il parco veicolare, uscirà entro gennaio e sarà possibile richiedere i finanziamenti per l'acquisto di mezzi sia nuovi che usati. Sono comprese le auto, le navette e gli scuolabus». L'utilizzo ammesso è quello diretto dell'ente pubblico, per finalità amministrative, per il trasporto scolastico, per il trasporto collettivo o con scopi turistici. «I mezzi finanziabili – puntualizza Biancani – devono essere eco-sostenibili e a basso impatto ambientale, come auto ibride o elettriche. Inoltre è necessario che siano omologati e rispondenti ai requisiti ambientali degli standard Euro 6». Il contributo potrà arrivare fino al 100% del costo dell'investimento sostenuto e non potrà superare comunque l'importo di 100mila euro. «I Comuni hanno un ruolo da protagonisti nel passaggio da una mobilità urbana impattante a una mobilità sostenibile – sostiene Biancani –, per questo la Regione offre incentivi per la conversione dei mezzi comunali, dopo aver già messo a bando all'inizio dell'estate oltre 400mila euro per l'acquisto delle colonnine di ricarica. Tra i progetti finanziati è rientrato quello del Comune di Vallefoglia con circa 16mila euro di contributo». In arrivo risorse ingenti anche per aumentare la disponibilità di colonnine elettriche, coinvolgendo i privati. La Regione ha approvato la convenzione con il Ministero delle infrastrutture per stanziare circa 1,3 milioni di euro per lo sviluppo della rete di ricarica nel territorio, attraverso contributi per attrezzare i distributori di carburante, l'acquisto da parte dei privati di colonnine da installare in luoghi privati accessibili al pubblico (centri commerciali, strutture ricreative) o in spazi privati ad accesso privato (parcheggi di grandi imprese, cortili o garage di abitazioni private, sedi di aziende di trasporto pubblico). «A febbraio usciranno i bandi per assegnare questi contributi ai privati - aggiunge Biancani -. Sono tutte azioni che incentivano la mobilità a basso impatto ambientale e la conseguente riduzione delle emissioni di CO2, migliorando il trasporto sostenibile, la vivibilità dei centri urbani e la qualità dell'aria che respiriamo. Vorrei ringraziare l'assessore all'ambiente Sciapichetti e il Presidente Ceriscioli che hanno creduto in queste misure a sostegno della mobilità sostenibile. La Regione Marche è tra le prime in Italia ad investire in queste infrastrutture, una scelta che produrrà risultati nella diminuzione dell'inquinamento, educando i cittadini ad essere responsabili del territorio in cui vivono, usando l'auto in modo consapevole».

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

  • maestrale
  • carnevale fano
  • cna
  • brx
  • mm servizi
  • dal 3 luglio
  • hotel alexander
  • aset
Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa