Le trivellazioni in mare, le istruzioni di voto per gli elettori temporaneamente all’estero

Le trivellazioni in mare, le istruzioni di voto per gli elettori temporaneamente all’estero

Domenica 17 aprile il referendum abrogativo

I cittadini italiani che si trovano temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche per un periodo di almeno tre mesi, nel quale ricade la data di svolgimento delle prossime consultazioni elettorali – referendum abrogativo su “Le trivellazioni in mare” (17 aprile 2016) -, nonché i familiari con loro conviventi, possono scegliere di votare per corrispondenza.

A tale fine gli interessati dovranno trasmettere al Comune di iscrizione delle liste elettorali:
- domanda in carta libera contenente le generalità, l’indirizzo estero e il Consolato competente, nonché dichiarazione attestante il possesso dei requisiti indicati al comma 1 del articolo 4-bis della legge n. 459/2001
- copia di documento di identità valido del dichiarante

L’opzione del voto per corrispondenza deve pervenire al Comune di iscrizione nelle liste elettorali entro giovedì 17 marzo 2016, con una delle seguenti modalità: posta, telefax, posta elettronica anche non certificata, oppure consegnata a mano anche da persona diversa dall’interessato.

Per maggior informazioni basta seguire il link del ministero degli esteri.
http://www.esteri.it/mae/it/italiani_nel_mondo/serviziconsolari/votoestero/

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa