Le proposte del centrodestra a sostegno della famiglia, il cuore della società

Le proposte del centrodestra a sostegno della famiglia, il cuore della società

Baiocchi: "Riteniamo che l’amministrazione debba intervenire in maniera concreta: proponiamo un sostegno economico a favore di famiglie e giovani coppie a cui garantire alloggi a canoni calmierati o facendo usufruire quelle numerose di sconti su acqua, gas e TARI"

Le politiche per la famiglia sono al centro del programma elettorale del candidato sindaco Nicola Baiocchi, che presenterà le proposte del centrodestra nell'incontro di giovedì 16 maggio alle ore 12,30 nella sede del comitato elettorale di via Diaz.

“La famiglia è il nucleo della nostra società, ma negli ultimi anni - spiega il candidato sindaco - stiamo assistendo a un costante calo demografico: dal 2001 al 2017 la media dei componenti per famiglia a Pesaro si è abbassata da 2,50 a 2,29; le nascite annue da 795 del 2002 sono scese a 593 del 2017. Riteniamo che l’amministrazione debba intervenire in maniera concreta: proponiamo un sostegno economico a favore di famiglie e giovani coppie a cui garantire alloggi a canoni calmierati o facendo usufruire quelle numerose di sconti su acqua, gas e TARI. Siamo favorevoli a incentivi per l'apertura di nidi in case private, secondo il modello delle tagesmutter (mamme di giorno), figure professionali adeguatamente formate che si prendono cura di 5 bimbi al massimo nel proprio domicilio. Inoltre, introdurremo un bonus bebè  (di 500 euro a bambino) che possa permettere alle famiglie di affrontare con più serenità la sfida educativa”.      

Anche sui fronti anziani e disabilità il centrodestra mette in campo proposte mirate: dei quasi 95 mila abitanti di Pesaro (dati Istat 2018) oltre 30.600 sono infatti over 60.  

“Per gli anziani - continua - ci impegneremo con collaborazioni con cooperative e associazioni di volontariato che coordinano i centri d'aggregazione, amplieremo i servizi d'assistenza domiciliare, trasporto, consegna pasti e spesa. Il nostro approccio alla disabilità si baserà sulla convenzione Onu che incentiva la 'vita indipendente' delle persone con disabilità. Tra le proposte progetti di co-housing, intercettando fondi europei e riqualificando edifici pubblici abbandonati. Pesaro non ha mai adottato il Piano per l'eliminazione delle barriere, previsto dall'89. Sarà convocato un tavolo con le associazioni di tutela per formulare in breve un piano adeguato”.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa