La Camera di Commercio di Pesaro e Urbino si presenta con i conti in ordine all’appuntamento della Camera unica delle Marche

La Camera di Commercio di Pesaro e Urbino si presenta con i conti in ordine all’appuntamento della Camera unica delle Marche

Con un patrimonio netto di oltre 10 milioni di euro, una disponibilità liquida superiore a 4 milioni, ed un risultato di gestione positivo di circa 160.000

di Ufficio Stampa

Con un patrimonio netto di oltre 10 milioni di euro, una disponibilità liquida superiore a 4 milioni, ed un risultato di gestione positivo di circa 160.000, il Consiglio della Camera di Commercio ha approvato all’unanimità il consuntivo d’esercizio 2017.

“Nonostante il taglio governativo del 50% delle tasse camerali - ha commentato il Presidente - non ci siamo avvalsi del potere di incrementare del 20% il diritto annuale a carico delle imprese, ma abbiamo assicurato circa un milione di interventi per l’economia locale, il turismo, il territorio e l’internazionalizzazione, l’alternanza scuola-lavoro, la digitalizzazione delle imprese, le start-up innovative”.

“Sono stati inoltre eseguiti tramite la Fondazione alcuni interventi di manutenzione straordinaria - prosegue Drudi - sui padiglioni danneggiati dall’incendio dell’estate 2016”.

Complessivamente quindi - ha ribadito Drudi - la Camera di Commercio di Pesaro e Urbino si presenta con i conti in ordine all’appuntamento della Camera unica delle Marche.

Il Presidente - ha concluso - auspicando una rapida formazione del governo nazionale visto le attese delle imprese e dell’economia”.

“Il nostro ente - ha altresì commentato il segretario generale dr. Fabrizio Schiavoni - ha sempre avuto un ottimo rapporto tra entrate e spese di gestione per la scarso impatto degli oneri di funzionamento e di personale: questi oneri avranno un’ulteriore riduzione perché fino al 31/12/2019 vige il divieto di sostituzione del personale andato in pensione o che ha chiesto la mobilità verso altri enti. Certo qualche disagio al pubblico in questa fase di contenimento del personale e di transizione verso la Camera unica lo abbiamo però messo in conto”.

Infine il segretario generale, che continua a svolgere le funzioni anche per la consorella di Ascoli Piceno, anche in relazione ad alcune ipotesi di candidatura a ruoli vari nella città di Fano apparse recentemente sulla stampa locale, ha informato il Consiglio che il suo impegno personale e professionale è completamente dedicato al progetto di realizzazione della Camera di Commercio delle Marche.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa