La Befana vola via dal Campanile e saluta una magica edizione

La Befana vola via dal Campanile e saluta una magica edizione

Tutto esaurito ad Urbania che si riconferma la città per eccellenza della Befana

Ha dovuto riconsegnare le chiavi al sindaco e riprendere il volo con la sua scopa magica, ma la Befana dopo tre giorni di Festa Nazionale non poteva che essere soddisfatta. La città di Urbania, ormai riconosciuta a livello mondiale come Capitale della Befana, ha infatti fatto il pienone in questi giorni: strutture alberghiere e ristoranti hanno registrato il tutto esaurito, con turisti e visitatori che hanno occupato le strutture fino alla costa. La 22esima edizione della Festa, all'interno del circuito di “Il Natale che non ti aspetti” coordinato dall'Unpli Pesaro e Urbino con il sostegno della Regione Marche, ha fatto registrare l'ennesima prestazione positiva, con il consueto bagno di folla che ha riempito Corso Vittorio Emanuele e tutto il centro storico durantino.

Anche quest'anno è continuato il particolare rapporto tra la Befana e i camperisti, con tanti equipaggi delle “case mobili” che sono giunti ad Urbania da tutta Italia. Sedici le regioni italiane rappresentate presenti ad Urbania, con tutte le aree camper riempite e un grande successo per una festa che si conferma all'avanguardia nazionale sul settore “camper-friendly”.

Nella notte tra il 5 gennaio e il 6 gennaio poi la Befana ha visitato camper, agriturismi, hotel e B&b  consegnando ai tanti bambini doni e calze piene di dolciumi, servizio molto apprezzato da tutti i visitatori.

I tanti bambini presenti hanno apprezzato a pieno le tante attrattive della città della Befana: la Calza più lunga del Mondo, portata in corteo per il centro storico da tanti bambini guidati dalla Befana, è stata l'attrazione più fotografata, la Casa della Befana, struttura che rimane aperta tutto l'anno, è ormai l'attrazione più richiesta con lunghe file all'ingresso.

Il momento culminante sono state le due discese della Befana dalla Torre Campanaria, un discesa da 36 metri di altezza lanciando caramelle e dolciumi. Nella sua seconda discesa, planando sopra una folla che ha riempito tutto corso Vittorio Emanuele, la Befana a salutato tutti i suoi fans dando appuntamento all'edizione 2020.

<Un'edizione sicuramente da ricordare -ha commentato il presidente della Pro Loco organizzatrice Francesco Bolognini-, abbiamo riconfermato i numeri in fatto di presenze e soprattuto il palinsesto di spettacoli ed intrattenimenti proposti nei tre giorni di festa. Quest'edizione era l'ultima prima del rinnovo del Consiglio Direttivo, speriamo che questa bellissima iniziativa continui. Il più grande ringraziamento va però a tutti i  volontari, la vera anima della Festa>.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa