La Banca di Credito Cooperativo di Gradara unisce Marche e Romagna

La Banca di Credito Cooperativo di Gradara unisce Marche e Romagna

E' stata una vera festa la sesta edizione di "Festa Insieme" al porto di Cattolica e Gabicce

di Ufficio Stampa

E’ stata una vera festa la 6^ edizione di “Festa Insieme”. Si è svolta sabato scorso, al porto di Cattolica e Gabicce, la manifestazione organizzata dalla Cooperativa Casa del Pescatore di Cattolica e Gabicce Mare e dalla Banca di Credito Cooperativo di Gradara.
Oltre 100 persone, tra pescatori e volontari, hanno servito più di 2 tonnellate di pesce: cozze, vongole e pesce azzurro, per oltre 4.000 persone. Oltre ai vertici delle due cooperative, erano presenti il Sindaco e l’Assessore di Cattolica Mariano Gennari e Nicoletta Olivieri, il Sindaco di Gabicce Mare Domenico Pascuzzi, il Comandante della Guardia di Finanza di Pesaro-Urbino Col. Andrea Rizzo, il Vice Questore Dott. Angelo Frugieri Direttore operativo della Polizia Stradale dell'Emilia Romagna, i Comandanti della Capitaneria, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza di Cattolica rispettivamente Vincenzo Morreale, Antonino Miserendino, Matteo Totaro e le autorità religiose e civili.
Prima della tradizionale “rustida”, nel pomeriggio, al Teatro della Regina di Cattolica, La BCC Gradara, vera banca locale, ha premiato 22 Soci con una medaglia d'oro (per 40 anni di anzianità) e 142 tra bambini e ragazzi (Bonus Bebè e Risparmio Giovani) per un valore totale di 25 mila euro. Risorse destinate alla comunità in cui la BCC di Gradara opera e che si aggiungono al milione di euro stanziato a favore del territorio nel 2017. E' intervenuto anche il Vicesindaco di Gradara Thomas Lenti, elogiando la banca per la sua continua attenzione alla collettività. Il tutto è stato orchestrato dal Responsabile della Comunicazione e Relazioni Esterne Andrea De Crescentini, alla presenza del Direttore Generale Giovanni Lisotti, del CDA, dei soci, dei clienti, degli amici.
“Con l’aggregazione con Rimini Banca, questo valore potrà solo incrementare - ha spiegato il Presidente Arch. Fausto Caldari nel suo appassionato discorso introduttivo -  E’ un tema importante, quello dell’aggregazione, necessaria e indispensabile, per operare insieme e meglio. Non comporterà una perdita d’identità territoriale, ma rappresenterà un'occasione per confermare valori comuni e condividere le rispettive peculiarità. Sarà comunque una banca con un cuore e con un’anima che conserverà la propria identità. Con 7.700 soci, 300 dipendenti, 45 filiali, 3,5 miliardi di montante e 250 milioni di patrimonio. Sarà sempre la nostra banca e sempre di più la banca del territorio”.
 

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa