Intervista a Luca Ceriscioli, Presidente della Regione Marche

Intervista a Luca Ceriscioli, Presidente della Regione Marche

"Non penserò solo alla provincia di Pesaro e Urbino, ma all'intera regione"

di Andrea Sabattini

“Bisogna iniziare a lavorare concretamente per il futuro e fare in modo di riallacciare maggiormente i rapporti tra i cittadini e la politica”

Luca Ceriscioli è stato eletto Presidente della Regione con il 41,1% di preferenze e di questo risultato si ritiene molto soddisfatto: “Volevamo superare il 40% per poter avere governabilità e ci siamo riusciti – spiega – ma resta una grande delusione per la poca affluenza di persone che sono andate a votare, essendo state oltre il 50%”.

“Non si ha più la percezione che questa crisi possa terminare, in questi ultimi otto anni la disoccupazione è aumentata e la sfiducia verso il sistema politico prende sempre più il sopravvento nella mente dei cittadini” - cosi il presidente della regione prova a dare una spiegazione alla grande astensione dal voto.

Nel corso dell'intervista, anche una piccola osservazione sul Movimento 5 Stelle da parte di Ceriscioli: “ Il fondatore di questo movimento, Grillo, è diventato un problema per loro e questa volta non è stato utilizzato nella campagna elettorale, magari questo può voler dire uscire dalla protesta e iniziare a costruire qualcosa di concreto per i cinque stelle, in caso contrario dal mio punto di vista credo che inizieranno ad ottenere più sfiducia dai propri elettori”.

Che cosa risponde Luca Ceriscioli a chi dice che il PD si sta indebolendo? “Sono state fatte varie riforme, che come ben si sa portano risultati in un periodo più lungo rispetto a quando vengono fatte, un esempio è quello della riforma del lavoro che ha creato oltre duecento mila nuovi occupati a tempo indeterminato, è stata poi fatta una legge elettorale a livello nazionale che permetterà di avere un governo di cinque anni e che verrà quindi giudicato alla fine del proprio operato - continua poi dicendo - oggi in Italia si paga il fatto che l'economia non è ripartita in pieno e in un clima come questo, dove le riforme è normale che provochino dei dissensi e nella mia analisi questo è un buon risultato”.

Infine, i suoi nuovi progetti dopo la nuova carica assunta: “Non penserò solo alla provincia di Pesaro e Urbino, ma all'intera regione, anzi la città di Ancona, ovvero il nostro capoluogo deve essere esaltato – e conclude il Presidente della Regione Luca Ceriscioli – dobbiamo portare avanti il cambiamento, bisogna dare una nuova guida”.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa