Il Tribunale di Ancona accoglie il ricorso della Provincia e condanna l’Accademia di Belle Arti di Urbino

Il Tribunale di Ancona accoglie il ricorso della Provincia e condanna l’Accademia di Belle Arti di Urbino

Il presidente della Provincia Giuseppe Paolini: “A questo punto chiederemo anche la restituzione degli altri spazi occupati nell’edificio”

Il Tribunale di Ancona ha accolto integralmente il ricorso della Provincia di Pesaro e Urbino, condannando l’Accademia di Belle Arti ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca a rilasciare entro 6 mesi le aule al secondo piano dell’edificio in via Giro del Cassero a Urbino. Il termine di 6 mesi è stato fissato “tenendo presente – è scritto nella sentenza – sia la necessità dell’Accademia di reperire altro edificio nel quale svolgere la propria attività didattica, sia il fatto che la Provincia sta sostenendo spese ingenti per l’affitto di altre aule”.
“Cercare lo scontro non porta a niente – commenta il presidente della Provincia Giuseppe Paolini -. Non ci sarebbe stato bisogno di ricorrere ai tribunali se l’Accademia avesse accolto le ripetute sollecitazioni che l’amministrazione provinciale ha rivolto negli ultimi due anni. A questo punto, chiederemo anche la restituzione degli altri spazi occupati nell’edificio”. 

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa