Hangartfest - Giovedì 5 settembre torna la rassegna di danza contemporanea con la XVI edizione

Hangartfest - Giovedì 5 settembre torna la rassegna di danza contemporanea con la XVI edizione

In Piazza del Popolo un duetto tutto da gustare tra una ruspa ed un danzatore

L’attesa è finita, il sipario finalmente si apre sulla XVI edizione di Hangartfest (Pesaro 5 settembre - 6 ottobre), festival di danza contemporanea riconosciuto e sostenuto dal MIBAC Ministero per i Beni e le Attività Culturali, dalla Regione Marche e dal Comune di Pesaro.
E’ un sipario virtuale visto che lo spettacolo di apertura è in programma giovedì 5 settembre (ore 18.30) in Piazza del Popolo. E sarà un'inaugurazione con effetti speciali perché Transports exceptionnels, della compagnia Beau Geste (Francia) con la coreografia di Dominique Boivin, presenta un improbabile passo a due con una ruspa scandito dalle note di Camille Saint-Saëns e Vincenzo Bellini e con l’indimenticabile voce di Maria Callas. Luci naturali, palcoscenico i sanpietrini di Piazza del Popolo, platea e palchi saranno costituiti dalla suggestiva cornice della fontana “La pupilla di Pesaro” e Palazzo Ducale: è un incontro inatteso tra un danzatore, Aurélien Le Glaunec, ed una ruspa, guidata da William Defresne, mente, occhi e anima della macchina. Improbabile quanto intenso e non privo di poesia il rapporto tra macchina e uomo, fatto di scambi e complicità, dove l’uno cerca l’altro in un continuo rincorrersi per poi perdersi ed infine ritrovarsi. La pièce dà vita a un canto lirico e onirico quasi universale in cui la macchina non è più considerata solo per la sua funzionalità e dinamica, ma assume le sembianze di un essere umano rude e imperfetto simile al Frankenstein di Boris Karloff. Per la sua grandezza‚ il braccio dell’escavatore crea una forte tensione con il corpo del danzatore, ma anch’esso non è più solo un freddo esecutore ma prende il danzatore, lo porta‚ lo solleva quasi a volerlo proteggere.
Transports exceptionnels, che si svolge in collaborazione con Piolanti e JCB, approda a Pesaro (è una prima regionale) dopo aver fatto il giro del mondo, con tappa in oltre 50 paesi, tra cui Stati Uniti, Russia, India, Brasile, Kenya, Canada, Sud Africa, Cina, Corea del Sud e Indonesia.
 
Transports exceptionnels è l’unico spettacolo previsto fuori dalle mura della Chiesa della Maddalena. Già da venerdì 6 settembre (ore 21, con replica il giorno dopo), il calendario della manifestazione prevede il secondo spettacolo: zerocentimetri, della DaCru Dance Company. Una creazione di Marisa Ragazzo (Italia) e Omid Ighani (Iran), che debutterà a Pesaro e che vedrà in scena sei danzatori di estrazione hip hop. “zerocentimetri” nasce in uno spazio emotivo che misura da 0 a 45 cm, quel pezzetto di mondo che appartiene alla zona intima, lì dove si sconfina nel contatto fisico, dove si sente l’odore, dove si avvertono le emozioni degli altri. Il fulcro del lavoro è la prossemica, che è la disciplina semiologica che studia i gesti, il comportamento, lo spazio e le distanze all’interno di una comunicazione, sia verbale sia non verbale. Allo spettacolo del 6 settembre seguirà l’Incontro con l’Artista, condotto da Carmelo Zapparrata, critico di Repubblica, Hystrio e della rivista Danza&Danza. Il 7 settembre, alle ore 15:00, presso Atelier Danza Hangart, Omid Ighani terrà una masterclass di hip hop.
 
I biglietti degli spettacoli sono acquistabili online sul sito di liveticket.it o presso il botteghino.
Maggiori informazioni sul sito del festival www.hangartfest.it.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

  • maestrale concorso
  • TEKNOIMPIANTI
  • brx
  • mm servizi
  • MAESTRALE ISTITUZIONALE
  • hotel alexander
  • panicali trebbi
Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa