Flanger Playlist: Montezuma

Flanger Playlist: Montezuma

Cinque brani post-rock che hanno influenzato la band pesarese

La playlist di questa settimana è a cura di Lorenzo Guccini, una delle chitarre dei Montezuma. La band post-rock pesarese è tornata quest'anno, dopo sei primavere di pausa, con un nuovo album intitolato Sutura. Il nuovo lavoro presenta alcuni elementi di novità: dalla formazione che l'ha realizzato, agli innesti di elettronica, alle voci parlate. Insomma, un sound in parte rinnovato che porta a compimento un piccolo gioiello dinamico, melodico, potente. A Lorenzo abbiamo chiesto di segnalarci cinque brani post-rock che hanno influenzato lo stile dei Montezuma, eccoli:

1. Explosions In The Sky - Your Hand In Mine

Uno dei pezzi più belli che esistano (ed uno dei più romantici, anche senza una sillaba di testo). Poi è il tema portante della soundtrack di Friday Night Lights, il che è un valore aggiunto. Texas Forever.

2. Godspeed You! Black Emperor - Mladic

Nove elementi per un muro di suono incredibile, grosso e sporco, tanto su disco quanto dal vivo. Nel 2012 aprono il primo LP dopo nove anni così, e in venti minuti ti portano dal noise/drone alla musica balcanica fino all'apocalisse.

3. Mogwai - Travel Is Dangerous

Il miglior pezzo del miglior gruppo.

4. Mono - Ashes In The Snow

Prendi Morricone e mettilo a dirigere una band: ecco i Mono. Post-rock per distorsori e archi con una sensibilità cinematografica impareggiabile.

5. Ornaments - Aer

Un gruppo italiano doveva esserci e al momento se parli di postqualcosa in Italia parli di Ornaments. Dal vivo una cosa assoluta.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa