Filcams alle associazioni di categoria: “Un bollino etico contro l’illegalità diffusa”

Filcams alle associazioni di categoria: “Un bollino etico contro l’illegalità diffusa”

Nota della Segretaria provinciale generale Barbara Lucchi

Nonostante il tentativo comprensibile, da parte delle associazioni di categoria, di far apparire la nostra provincia virtuosa in termini di regolarità contrattuale nel settore del turismo,  purtroppo i dati che ogni anno riscontriamo raccontano reiterati abusi in relazione alla corretta e piena applicazione dei CCNL di riferimento; contratti che troppo spesso, attraverso una mancata o parziale applicazione, anche della parte normativa, nascondono lavoro sommerso e illegalità, a cominciare dalle ore lavorate.
Non basta essere titolari di un regolare contratto per esempio di 24 ore settimanali se poi nella pratica le ore lavorate sono più del doppio, sette giorni su sette.  Diciamo che è salva la facciata, ma il contenuto della storia presenta tante, troppe irregolarità in un settore per altro in continua crescita e nel quale sarebbe strategico investire soprattutto in termini di qualità e professionalità.
Se sono davvero obiettivi comuni legalità, professionalità e sicurezza in un settore così strategico,  proponiamo alle associazioni di categoria di mettere in trasparenza le aziende virtuose mettendo in campo azioni concrete attraverso la condivisione di un protocollo di intesa che certifichi, per le aziende che lo sottoscriveranno, il rispetto dei contratti di lavoro e delle norme di sicurezza: un bollino etico per contrastare l’illegalità diffusa e attraverso il quale anche clienti e turisti potranno operare una  scelta più consapevole.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa