Differenziare nel modo corretto: Aset entra nei Centri Estivi Jump

Differenziare nel modo corretto: Aset entra nei Centri Estivi Jump

Circa 150 bambini hanno partecipato al laboratorio didattico che rientra nel progetto educativo voluto da Asi Pesaro-Urbino e associazione Onstage in collaborazione con l’azienda di servizi

Lo scorso luglio, “armati” di scope, sacchetti, guanti e palette, ripulirono una decina di parchi cittadini dando dimostrazione attraverso atti pratici che a rispettare la natura e l’ambiente si inizia da piccoli. Questa volta invece non si sono mossi dalle loro sedi ma hanno comunque compiuto azioni importanti e imparato cose fondamentali per la salvaguardia del pianeta.
Continua con grandi risultati la collaborazione tra i Centri Estivi Sportivi Jump di Fano e Aset Spache ancora una volta hanno unito le forze per rendere i bambini più consapevoli del mondo che li circonda, un mondo che va amato e rispettato a partire dai piccoli gesti.
Nei giorni scorsi infatti, alcuni responsabili di Aset insieme a Nicola Anselmi ed Emanuela Giorgi dell’associazione Onstage, si sono recati in tre centri (Bellocchi, campo da rugby e circolo tennis Sant’Orso) dove Asi e Cooperativa Polis dallo scorso giungo accolgono centinaia di ragazzi ed hanno tenuto un laboratorio didattico spiegando, attraverso video e giochi, come effettuare una corretta raccolta differenziata.
In totale sono stati 150 i bambini coinvolti in questo progetto educativo, bambini rimasti entusiasti nel vedere il processo che una semplice bottiglia di plastica compie da quando viene gettata nell’apposito contenitore, per poi essere lavorata nei macchinari specializzati fino al suo riutilizzo sotto altre forme.
Oltre a foto e video, la parte conclusiva della mattinata è stata riservata al Gioco dell’Eco , una rivisitazione del gioco dell’oca ideato da Onstage come l’intero progetto, che ha portato i bambini, attraverso un percorso a tappe, ad ampliare la loro conoscenza in materia.
“La nostra idea – hanno spiegato i responsabili dei centri Jump e dell’associazione Onstage – è quella di continuare con questo percorso anche nelle scuole perché siamo convinti che i bambini, recependo le giuste informazioni, possano trasmetterle anche agli adulti e quindi contribuire a migliore la situazione ambientale del nostro pianeta”.
Ai piccoli jumper e alle famiglie, Aset ha poi distribuito anche gadget e materiale informativo a conferma di come l’azienda sia sempre in prima linea nel cercare di dare alla popolazione le giuste indicazioni su come differenziare in modo corretto.
“I corsi di educazione ambientale attivati dai centri Jump, in collaborazione con Aset spa e Onstage – afferma il presidente Paolo Reginelli -, sono un’iniziativa molto interessante. Si riesce infatti a dare continuità anche in estate al lavoro di sensibilizzazione svolto nel mondo scolastico sul valore della raccolta differenziata, del riciclaggio e del riutilizzo dei materiali. Penso che l’approccio giocoso sia gradito a giovani e giovanissimi e che di conseguenza faciliti l’apprendimento di contenuti così importanti per ogni comunità. Aset spa è soddisfatta del successo ottenuto dall’iniziativa, che si augura si ripeta in futuro, ottenendo sempre maggiore gradimento”.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa