Coronavirus, negli esercizi pubblici divieto di messa a disposizione di giornali e riviste per l’utenza

Coronavirus, negli esercizi pubblici divieto di messa a disposizione di giornali e riviste per l’utenza

Ordinanza del sindaco in via precauzionale «sentite le redazioni locali»

«Sentite le redazioni locali dei giornali», il sindaco Matteo Ricci firma l’ordinanza che vieta in via temporanea la «messa a disposizione di giornali e riviste per la consultazione dei clienti, all’interno di pubblici esercizi (bar, pizzerie, ristoranti, etc.), delle attività di parrucchieri, tatuatori ed estetisti e degli stabilimenti balneari». Il provvedimento in ottemperanza alle linee guida dell’Inail, «a scopo cautelativo e in via precauzionale a tutela della salute pubblica», nell’ambito della prevenzione al contagio da coronavirus. 

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa