Consiglio, illustrato il bilancio di previsione

Consiglio, illustrato il bilancio di previsione

“Meno tasse e tariffe e più investimenti” è il tema 2018

Riduzione del debito, risparmio di spesa, riduzione delle tasse, riduzione delle tariffe delle mense scolastiche e blocco delle altre tariffe, fondo anticrisi di 250mila euro, unione dei Comuni, e ancora Politiche educative, investimenti e sicurezza. Sono i ‘cardini’ del bilancio di previsione finanziario 2018/2020, illustrato dall’assessore alla Gestione Antonello Delle Noci. “Questa è la prima volta che si porta all’attenzione del Consiglio un bilancio preventivo a novembre con l’obiettivo di andarlo a votare entro metà dicembre”, ha esordito.

“Meno tasse e tariffe e più investimenti” è il tema 2018. Per quanto riguarda la riduzione del debito “una riduzione continua e costante – ha sottolineato Delle Noci -, continuiamo con l’estinzione del debito: oggi infatti all’attenzione del Consiglio c’è una ulteriore estinzione del debito per 1.428.000 euro, con la Cassa Deposito e Prestiti. E ciò vuol dire che siamo arrivati ormai al 40% di estinzione del debito del Comune, passando da 650 euro  nel 2009 ai 360 euro circa di oggi”.

Risparmio di spesa. “Si continua con la spendig review in ogni politica del bilancio”. Riduzione delle tasse. “La Tari avrà una diminuzione rispetto all’anno precedente dell’1,5%. Questo non deve essere un punto di approdo bensì un punto di inizio su cui continuare a lavorare”, ha proseguito l’assessore.

Confermato anche il fondo anticrisi di 250.000 euro a sostegno dei cittadini più in difficoltà e colpiti dalla crisi.

Gli investimenti. Nel 2016, anno dello sblocco del Patto di stabilità, sono stati di circa 35 milioni di euro, nel 2017 di 16 milioni, nel 2018 ulteriori 32 milioni di euro.

Straordinaria manutenzione degli edifici scolastici, manutenzione delle scogliere, realizzazione delle casse di espansione, lavori di messa in sicurezza della chiesa di San Giovanni, sono solo alcuni degli interventi in cantiere.
 
Delibere. Il Consiglio comunale ha dato il via libera a maggioranza alla modifica della fonte di finanziamento per quanto riguarda la costruzione della scuola secondaria in via Lamarmora.

Approvate anche le altre delibere presentate in assise: quella relativa alla variazione di bilancio di previsione finanziario 2017/2019 e al rimborso anticipato di mutui contratti con Cassa Depositi e Prestiti per 1.428.380 euro.

Ok anche all’adozione di una variante al Prg vigente riguardante  l’ex hotel Palace, e di un’altra relativa al piano del parco del monte San Bartolo “per consentire l’utilizzo del legno come materiale di costruzione per gli edifici rurali”. Infine è passata all’unanimità anche la richiesta di adozione di variante sostanziale al Prg per “la riduzione del consumo di suolo e del carico urbanistico, relativamente ad alcune aree situate nel territorio comunale”.

Botta e risposta sulla delibera tra il consigliere Alessandro Bettini (Fi) e il sindaco di Pesaro Matteo Ricci: “Per noi l’edilizia è fondamentale ma non può più essere l’edilizia del passato, sul consumo del territorio – ha detto il primo cittadino -. Noi concentreremo tutti i nostri sforzi sulla trasformazione del costruito”. “A Pesaro manca una progettualità – è intervenuto Bettini -, io ho parlato di strategie per risolvere la crisi economica, non ho detto di essere favorevole alla lottizzazione. Sono amareggiato”.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa