Confturismo Urbino. Rinnovato il Consiglio

Confturismo Urbino. Rinnovato il Consiglio

Fabrizio Marcucci Pinoli,titolare degli hotel San Domenico,Bonconte e Dei Duchi è stato riconfermato Presidente di Confturismo Urbino,l’associazione di Confcommercio che raggruppa gli operatori turistici e della ristorazione della città ducale

Lo affiancherà il nuovo consiglio direttivo composto da: Antinisco Rossi Hotel  Ristorante Nenè, Gianluigi Campagna Hotel la Meridiana, Carlo Cangiotti Colleverde Country House, Francesca Perugini Sala da The Erboristeria La Mandragola,Monia Costantini  Enoteca Prodotti Tipici Tartufi Antiche Bontà, Teresa Loschi Agriturismo Cà Andreana, Aldo Pasotto Rstorante  La Balestra e Osteria KM 0.
Il  Direttore Generale Amerigo Varotti e il Segretario Urbinate Egidio Cecchini hanno illustrato rispettivamente le strategie di promozione in Italia e all’estero legate al grande progetto dell’itinerario della bellezza e i risultati del sondaggio “Il tuo parere conta” che formeranno la base della piattaforma programmatica del nuovo direttivo di Confturismo Urbino.
 Ma grande parte del dibattito tra i tanti operatori affluiti presso la sala riunioni dell’Albergo Italia si è incentrato sulla drammatica situazione economica creatasi  ad Urbino nei comparti del turismo della ristorazione e del commercio  a seguito dell’emergenza corona virus e incrementatasi in modo esponenziale  dopo la ordinanza emanata dal governatore Ceriscioli-fatta oggetto degli strali di tutti gli intervenuti- mettendo in ginocchio decine di aziende funestate da disdette in serie delle prenotazione e sparizione dei clienti.     
Una situazione gravissima ha sottolineato il direttore Varotti –evidenziando la situazione quasi spettrale con cui si presentavano le vie completamente deserte di Urbino -che coinvolge pesantemente anche il comparto delle guide turistiche e che sarà oggetto venerdì 28 presso la Confcomemrcio provincialedell’incontro dei  presidenti della quattro associazioni degli operatori turistici (Gabicce Pesaro Fano e Urbino).
Per Egidio Cecchini se il modo in cui viene gestita l’emergenza sanitaria ha come effetto quello di creare una gravissima emergenza economica la politica non può disinteressarsene ma deve porvi immediatamente riparo con scelte coraggiose immediate ed eccezionali. E se questo vale certamente per stato e regione vale soprattutto per il Comune di Urbino (nessun amministratore era presente ieri alla riunione) cui si gli operatori chiedono  risposte progetti e risorse finanziare all’altezza del dramma che tanti operatori stanno vivendo.
E proprio per questo-ha concluso il Presidente Marcucci Pinoli-il primo atto del nuovo direttivo sarà la richiesta di un incontro immediato all’assessore al turismo De Crescentini  perché,di fronte al dramma che il comparto del turismo e della ristorazione urbinate stanno vivendo, servono dalla pubblica amministrazione risposte efficaci e assolutamente tempestive.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa