Confartigianato Trasporti, summit a Pesaro sabato alle 15:30 presso il Parco TIR in Via del Vallo

Confartigianato Trasporti, summit a Pesaro sabato alle 15:30 presso il Parco TIR in Via del Vallo

L’autotrasporto pesarese, primo nelle Marche con centri servizi di livello

di Ufficio Stampa

Confartigianato Trasporti  sabato 10 novembre 2018 alle ore 15,30 organizza a Pesaro  un incontro  della categoria presso il Parco TIR, sala Ristorazione, Via del Vallo, 56.
Interverranno  Sergio Soffiatti della segreteria nazionale di Confartigianato Trasporti, il presidente e il segretario Confartigianato Trasporti di Ancona - Pesaro e Urbino Angelo Pisa e Gilberto Gasparoni.
Tema centrale dell'incontro l'azione collettiva europea contro il cartello dei costruttori di tir per far recuperare le somme che sono state prelevate alle imprese in occasione degli acquisti di autoveicoli effettuati dal gennaio 1997 a gennaio 2011, con una maggiorazione di costi di circa il 15%.
Somma che, dopo la condanna della UE dei costruttori, è possibile oggi recuperare grazie al progetto che stanno portando avanti Confartigianato e quasi tutte le altre Associazioni, con un fondo specializzato nelle Class Action a livello Europeo. Questo fondo ha già incardinato la causa sul foro di Amsterdam, avendo raccolto l’adesione di migliaia di imprese europee, e presenterà a breve il primo pacchetto di rivendicazioni. Nella provincia di Pesaro e Urbino sono interessate le oltre 1.100 aziende del trasporto e della logistica che occupano circa 3.500 addetti con altrettanti TIR; di questi quasi 2.000 automezzi (di peso a partire dalle 6.tonn) potrebbero rientrare nell’azione risarcitoria, oltre ai veicoli posseduti dalle imprese di tutti i settori in quanto vengono ammessi all’azione anche il trasporto di merci per conto proprio come artigiani, commercianti, industriali. Una rivendicazione contro i costruttori che hanno costituito un cartello che la UE ha sanzionato per aver venduto i veicoli da 6 ton. in su a prezzi maggiorati del 15% con danni alle imprese ingenti che oggi devono essere risarciti (possibile ottenere 10.000€ a TIR pesante).  Il sopruso, è stato commesso per gli acquisti effettuati dal 1997 al 2011. Confartigianato sottolinea che l’Autotrasporto pesarese è la prima provincia della regione e vede la presenza di importanti consorzi e cooperative, ben organizzate, con centri di servizi (partecipati anche dalla Transport Service aderente a Confartigianato) con parcheggi, distributori, lavaggi e punti ristoro che fanno della provincia una delle più attrezzate e ben organizzate. Gli ulteriori temi che verranno trattati nel corso nell'incontro riguardano la vertenza con il governo, il recupero delle deduzioni forfettarie del 2017 per il quale sono stati stanziati 26,4ml€, il mantenimento del rimborso delle accise (anche per i veicoli euro 3…), i fondi per il rinnovo del parco veicoli obsoleto, la lotta al cabotaggio abusivo, revisioni presso centri privati, costi minimi, tempi di pagamento,  i costi di esercizio che sono i più alti in europa anche a causa del caro gasolio che sta destabilizzando l’autotrasporto di merci. Infine la fatturazione elettronica: le procedure per l’autotrasporto. L’autotrasporto pesarese, secondo Confartigianato, è uscito dalla crisi con una perdita di circa 300 aziende e con 1.000 occupati in meno e le imprese, non possono subire ulteriori penalizzazioni, anzi hanno bisogno di attenzioni e di regole certe con maggiori controlli dei vettori esteri che scorazzano sulle ns. strade in  spregio alle regole sul cabotaggio effettuando una concorrenza rovinosa ai vettori italiani.
Fra le problematiche  ci sono anche le infrastrutture locali e la necessità di ammodernare la rete stradale pesarese. L’iniziativa viene realizzata con il  patrocinio della Transport Service.       
 
 
 

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa