Calcio a 5 playoff, l'Italservice cede con onore sul campo dell'Acqua&Sapone

Calcio a 5 playoff, l'Italservice cede con onore sul campo dell'Acqua&Sapone

In garauno dei quarti playoff fa soffrire l'Acqua&Sapone (2-5)

Quattro minuti in paradiso. Così si è sentita l'Italservice, sul campo dell'Acqua&Sapone, dopo essere passata in vantaggio con Marcelinho. Prima il pareggio di Fortini, in apertura di ripresa, poi la rete del bomber (1-2): i due momenti che hanno fatto credere a Pesaro di poter competere con una delle favorite per lo scudetto. Ed in effetti, così è stato sino a quel momento: una difesa aggressiva ha tenuto botta sino al primo gol di Jonas e dopo l'intervallo la squadra di Ramiro è tornata in campo con la voglia di reagire allo svantaggio minimo. Lo ha fatto ma poi, spesa la gran parte delle energie, ha pagato lo scotto della fatica fatta subendo il ritorno dei padroni di casa, che giocavano in un impianto gremito in ogni ordine di posto: l'Acqua&Sapone ha pareggiato, quindi ha sorpassato. Ma, sul 3-2, è accaduto l'episodio che poteva svoltare il match: un difensore locale tocca la palla con le mani in area, l'arbitro lascia correre. “Se ci avessero dato quel rigore, chissà cosa sarebbe potuto accadere – sospira il presidente Lorenzo Pizza -. Ma sono contento lo stesso, i ragazzi hanno giocato bene”. Dopo di che, Ramiro gioca il tutto per tutto con il portiere in movimento ed incassa il 4-2; il quinto gol arriva soltanto a 10'' dalla sirena e ormai conta poco. Conta, invece, l'aria che si è respirata in squadra: un'atmosfera che lascia prevedere una battaglia in garadue (domenica alle 18,30 al PalaCampanara). Nell'aria c'è profumo di bella.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa