Ambiente, Ricci: «Studenti pesaresi e tecnici Arpam insieme per monitorare qualità dell’aria»

Ambiente, Ricci: «Studenti pesaresi e tecnici Arpam insieme per monitorare qualità dell’aria»

Alla Pirandello, Alighieri e Gaudiano campionamenti e analisi per misurare livelli di biossido di azoto. Il sindaco a Montecitorio presenta il progetto europeo coordinato dall’Ispra: giovani protagonisti

Alla Pirandello, all'Alighieri e alla Gaudiano studenti e ricercatori «lavoreranno» insieme per monitorare la qualità dell'aria. Lo rende noto Matteo Ricci, che alla Camera interviene alla presentazione del progetto ‘CleanAir@School’, iniziativa dell’Epa Network (la rete delle agenzie ambientali europee), coordinata in Italia dall’Ispra. «Tre scuole pesaresi (su 82 primarie e secondarie in totale e 32 Comuni coinvolti su scala nazionale, ndr) sono state inserite nel programma. Una grande soddisfazione: si parte il 20 novembre con il monitoraggio del biossido di azoto». Commenta il sindaco: «Si tratta di un’importante attività educativa, che veicola valori fondamentali e amplia ulteriormente la consapevolezza e la responsabilità delle nuove generazioni sui temi ambientali. Siamo orgogliosi che anche i nostri ragazzi siano protagonisti del percorso e contribuiscano attivamente a migliorare la città. Un esempio concreto di partecipazione», precisa il sindaco. Il monitoraggio del biossido di azoto, uno degli inquinanti principali delle aree urbane, determinato in larga misura dal traffico, sarà effettuato utilizzando campionatori passivi installati nelle scuole. Saranno posizionati davanti all’entrata principale dell’istituto e nel cortile retrostante. «Il monitoraggio avverrà per due settimane. Noi affiancheremo i ragazzi», specifica il direttore generale dell’Arpa Marche Giancarlo Marchetti. «Al termine del periodo, i campioni saranno ritirati per le analisi. L’attività sarà ripetuta in primavera. E' un progetto europeo, sicuramente rilevante a livello formativo e ambientale», rimarca Marchetti. L’iniziativa è patrocinata dal ministero dell’Ambiente ed è organizzata in collaborazione con l’Anci, con cui Ispra ha attivato un protocollo d’intesa. 

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa