"Alte Marche", dal 7 all'11 agosto il primo festival itinerante a Cantiano, Cagli, Frontone e Sassoferrato, Serra Sant’Abbondio

Cinque giornate di musica all'insegna del patrimonio storico, artistico e culturale delle province di Pesaro, Urbino e Ancona

di Ufficio Stampa

Nasce il festival itinerante Alte Marche Altra Musica, una nuova proposta realizzata da Musicamorfosi con la direzione creativa di Saul Beretta. La prima edizione si terrà dal 7 all'11 agosto nei comuni di Cantiano, Cagli, Frontone, Sassoferrato, Serra Sant’Abbondio ed è promossa dall'Unione Montana del Catria e del Nerone e dalla rete "Asili d'Appennino - Le dimore delle Creatività nelle Alte Marche" con il patrocinio dell'Assemblea Legislativa della Regione Marche.
“Il Festival nasce dall'esperienza organizzativa e dalla fantasia creativa che Musicamorfosi ha raccolto in questi anni realizzando decine di edizioni di festival itineranti in tutta la Lombardia – afferma Saul Beretta, direttore creativo di Musicamorfosi – in particolare, spicca il festival Suoni Mobili, la cui 9° edizione ha ospitato quest'anno 44 concerti di artisti da 20 paesi dal mondo in 27 comuni lombardi.”
Il Festival porterà musica dal vivo nei luoghi più affascinanti delle Alte Marche, proponendo concerti nei castelli, nelle piazze, nei palazzi e nelle chiese dei comuni di Cantiano, Cagli, Frontone, Sassoferrato e Serra Sant'Abbondio. Alte Marche Altra Musica vuole valorizzare il patrimonio unico custodito nel territorio a cavallo delle province di Pesaro Urbino e Ancona ai piedi delle cime più importanti degli Appennini. Grazie agli appuntamenti del festival sarà possibile riscoprire questi luoghi simbolo delle aree interne della regione ricchi di storia, arte, natura e tradizioni culturali.
La proposta musicale del festival raccoglie world music, rock psichedelico, cantautorato italiano e jazz in un unico programma con talenti italiani della scuderia Musicamorfosi. Spicca Giovanni Falzone, trombettista e compositore di rilievo internazionale che presenterà il nuovo progetto Radio Rossini con le Mosche Elettriche: Valerio Scrignoli (chitarra elettrica), Giacomo Papetti (basso elettrico), Riccardo Tosi (batteria). Radio Rossini nasce da un progetto originale commissionato dal Rossini Opera Festival e prodotto da Musicamorfosi e celebra la modernità della musica del compositore pesarese Gioachino Rossini a 150 dalla sua morte. Il trombettista e compositore presenta al festival una rilettura in jazz rock di alcune musiche dalla celebre opera Il Barbiere di Siviglia. Un viaggio tra musica classica e contaminazioni compositive contemporanee attraverso il riarrangiamento originale dei brani da parte di Falzone a conferma della modernità dell’opera rossiniana.
In cartellone del festival altri talenti del panorama musicale italiano come The Apricot Tree con un repertorio in tributo al Quartetto Cetra, poi Flower Power con Valerio Scrignoli e Nicoletta Tiberini con il loro omaggio al rock degli anni '60 e un viaggio intorno al mondo rotondo con la fisarmonica di Nadio Marenco, non ultimo il trio capitanato da Antonio Zambrini con due campioni della musica del nord Europa, Jesper Bodilsen (già collaboratore di Stefano Bollani e del suo Danish Trio) e Martin Andersen dedicato al Pinocchio di Fiorenzo Carpi.
Il Festival presenta inoltre l'esclusivo format dei Concerti al fiume, che prevede cinque giorni di concerti improvvisi e improvvisati, momenti di musica informale con i musicisti ospiti del festival sulle rive dei fiumi Bosso e Burano. Il festival vuole suggellare l'incontro tra musica, persone e natura che Alte Marche Altra Musica promuove nel territorio.
 
Per tutte le info: www.altemarche.it
Info per il pubblico 331 4519922 - Email: info@altemarche.it
Il festival è prodotto da Musicamorfosi www.musicamorfosi.it

Il commento ai nostri microfoni di Saul Beretta, direttore artistico dell'evento:

 

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa