Al via la 17^ edizione del Festival del Brodetto: a Fano anche il sottosegretario Mipaaf Franco Manzato

Al via la 17^ edizione del Festival del Brodetto:  a Fano anche il sottosegretario Mipaaf Franco Manzato

E Giorgione regala uno spettacolo in cucina tra Palabrodetto e Palco centrale

Inaugurata ieii, alle 18.30, la XVII edizione del “Festival Internazionale del Brodetto e delle Zuppe di Pesce” di Fano. Sul palco gli organizzatori della kermesse dedicata al piatto povero della tradizione marinara, Confesercenti Pesaro e Urbino e Comune di Fano e, con loro, il vicepresidente del Consiglio Regionale delle Marche, Renato Claudio Minardi.
Per la prima volta a Fano, a sottolineare l’importante collaborazione attivata già dallo scorso anno dal MIPAAFT con il Festival, anche Franco Manzato, Sottosegretario al Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo e Riccardo Regillo, Direttore generale della Pesca Marittima e dell’Acquacoltura del MIPAAFT. 
 
“La valorizzazione dei prodotti tipici –hanno affermato Adolfo Ciuccoli e Pier Stefano Fiorelli, rappresentanti Confesercenti -è una leva strategica per il territorio, per le importanti ricadute economiche, sociali e turistiche che attiva. Ed in questo senso, quello del brodetto è un caso emblematico. Si è trasformato da ricetta della tradizione di Fano, a strumento in grado di rappresentare la cultura di un territorio intercettando un nuovo segmento di consumatori: coloro che vivono le esperienze culinarie come occasioni di conoscenza dei luoghi, delle tradizioni e della cultura”.
 
“Il modo più semplice e divertente per conoscere un territorio è quello di avvicinarsi alle sue tradizioni enogastronomiche - ha aggiunto Massimo Seri, Sindaco di Fano -. Il Brodetto alla fanese parla della sua città, ne racconta storie, aneddoti, curiosità e tradizioni; il suo gusto e il suo profumo sono uno dei ricordi che ogni visitatore porta con sé. L’amministrazione crede, da sempre, nel Festival, manifestazione che oggi  è in grado di attrarre un nuovo turismo legato alle eccellenze enogastronomiche”.
“L’enogastronomia _ ha concluso il Sottosegretario Manzato _ è il terzo motivo per cui i turisti, da tutto il mondo, scelgono l’Italia come meta per le loro vacanze e sono proprio questi eventi di settore a dare valore alle nostre punte di diamante: la cultura, l’accoglienza turistica e, appunto, l’enogastronomia. Più riusciamo a dare importanza a questo genere di eventi, più riusciremo a valorizzare il prodotto, in questo caso quello ittico, e il territorio. In questo l’obeittivo è lo stesso per tutti: ministero, regione, comune o confesercenti, che devo ammettere, con questo Festival ha fatto un’operazione davvero degna di nota”.
Subito dopo l’inaugurazione si sono aperte le porte del Palabrodetto, tornato operativo dopo qualche anno di assenza, che ha ospitato il primo dei cooking show della kermesse andato sold out: quello del vulcanico Giorgione, protagonista del programma “Giorgione – Orto e Cucina” su Gambero Rosso Channel. Giorgione ha presentato il suo “Pacchero alla Giorgione con gallinella di mare, cipolla rossa di Tropea e pomodorini datterini” accompagnato a due calici di Bianchello del Metauro, la Doc del territorio presentata dalle 9 cantine del progetto Bianchello d’Autore e IMT – Istituto Marchigiano di Tutela Vini. A concludere l’assaggio è stato il dessert alla moretta offerto dalla Pasticceria Cavazzoni di Fano.
A conclusione del cooking show, Giorgione è stato protagonista dei fornelli del palco centrale, insieme a Corrado Piccinetti, responsabile scientifico del Laboratorio di Biologia Marina di Fano, del talk-cooking show Brodetto Timecon la conduzione di Paolo Notari.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa