54° Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Acqualagna

54° Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Acqualagna

Scatta il conto alla rovescia per il via della 54^ Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Acqualagna che celebra l'incontrastato Re della tavola il 27 ottobre (Inaugurazione ore 10.30), l'1, 2, 3 e 9, 10 novembre 2019

E' stato il Sindaco Luca Lisi a presentare le novità durante una conferenza stampa in Regione Marche: “Quest’anno la Capitale del Tartufo punta sull’eccellenza  e sul "made in Marche" del Tartufo: un Distretto economico che conta 12 aziende, 10 punti vendita e più di 20 ristoranti per un volume d'affari di 30 milioni annui – ha dichiarato il Sindaco Luca Lisi - La Fiera celebra il nostro bene più prezioso in una sei giorni di gusto e passione concentrati sul Tartufo Bianco, la cui raccolta coinvolge oltre il 30% della popolazione (4.300 abitanti). Sarà una grande festa dell'oro bianco attraverso i grandi Maestri della cucina italiana, tra cui Uliassi tre stelle Michelin, per un’esperienza che sa unire sapientemente gastronomia con arte, design e cultura in una terra che è riuscita a fare del suo prodotto una punta di diamante nel mondo. Il Tartufo Bianco è una ricchezza nazionale candidata a diventare Patrimonio dell’Umanità. In questa edizione, in particolare, l'amministrazione ha puntato su grandi testimonial della cultura italiana e internazionale, quali Brunello Cucinelli e Neri Marcorè, per valorizzare la nostra risorsa, bandiera del made in Italy nel mondo" ha concluso il Sindaco.

In Regione è intervenuto il vice Presidente del Consiglio regionale delle Marche, Renato Claudio Minardi: “Intorno alla raccolta, trasformazione e vendita del tartufo è nato un vero Distretto economico che svolge un ruolo importante nella formazione dell'identità del prodotto e dell'offerta turistica del territorio. Dalla fine di settembre al 31 dicembre nasce nella provincia di Pesaro e Urbino una seconda nuova alta stagione: sulla via Flaminia, a pochi passi da Urbino e Fano, il territorio ricco di storia e cultura, gode delle opportunità offerte dal Brand del Tartufo di Acqualagna che che sa attrarre un turismo internazionale”.

“L'economia del Tartufo – ha proseguito il consigliere regionale Gino Traversini – comporta benefici diretti e indiretti. E' l'elemento principe della cucina italiana che attira visitatori da tutto il mondo. Ed è simbolo in grado di rilanciare l'immagine dell'entroterra. Il Tartufo Bianco è un bene prezioso per la Regione Marche e per l'intero territorio a livello mondiale”.

A partire, da domenica 27, si potrà vivere l'esperienza del tartufo in più di 50 eventi tra cooking show, performance gastronomiche, premi, incontri culturali, spettacoli e concerti. Protagonisti 5 stelle Michelin e i Maestri che hanno fatto grande la cucina italiana insieme a celebri cuochi, personaggi tv e grandi ospiti che qui trovano la location perfetta per esprimere il meglio di sé attraverso il Re della cucina, tanto amato dai gourmand di tutto il mondo. Sei giorni per immergersi in una tradizione gastronomica secolare attraverso esperienze intense e profumatissime, da vivere a 360°,  a stretto contatto con la risorsa più preziosa di Acqualagna, grande protagonista di un programma ricco di eventi.

La Ruscella d'Oro, il più alto riconoscimento della Capitale del tartufo, sarà conferita dal Sindaco Luca Lisi, allo stilista imprenditore Brunello Cucinelli e allo chef tre stelle Michelin Mauro Uliassi. (domenica 3 novembre)

Cucinelli sarà a Teatro Conti per un incontro dal titolo “La Bellezza salverà il mondo”. Modera il Sindaco Luca Lisi.

Lo chef Mauro Uliassi, proprietario del ristorante Uliassi di Senigallia, firmerà un piatto al Tartufo Bianco nella splendida cucina del Salotto da gustare.

La Ruscella rappresenta il vanghino con il quale si estrae il tartufo e, in questo caso, quello d’oro esalta la faticosa attività del cavatore e il valore di un prodotto unico e prelibato. Le ultime personalità premiate in ordine di tempo sono state: Oscar Farinetti, il Maestro della cucina italiana Gualtiero Marchesi, Alessandro Borghese, Giorgione e Igles Corelli.

Neri Marcorè, artista di rilievo internazionale, ambasciatore della Marche in tutto il mondo, sarà ad Acqualagna (sabato 2 novembre ore 19) per un spettacolo esilarante tra teatro e fornelli. Dotato dell’istrionismo che solo i grandi mattatori dello spettacolo possono avere, Neri Marcoré è artista poliedrico con esperienze di successo in molti campi. Conduce Lorenza Fumelli (Agrodolce).

Piazza Mattei torna la piazza più profumata al mondo, principale mercato italiano di tartufi, con la Borsa del tartufo, aggiornata in tempo reale, che quota il prezzo del tartufo dai 1.500 ai 2mila euro al chilo.

Gli stand di commercianti di Tartufo e la cucina tipica a cura dei ristoratori alla prese con ricette prelibate, formano il cuore della Fiera e l’inizio di un percorso per conoscere e assaporare sua Maestà il Tartufo Bianco. La Fiera si vive nello spazio del PalaTartufo e delle tipicità italiane e marchigiane, duemila metri di profumi e sapori delle migliori produzioni agroalimentari, tipiche del territorio, certificate e protette. Un viaggio nel gusto made in Italy tra gli artigiani della gastronomia, marchi forti e una miriade di specialità territoriali.

I Cooking show saranno firmati da star chef per un assaggio da sballo: al profumo di Tartufo Bianco di Acqualagna. Tra i principali protagonisti Mauro Uliassi, Claudio Sadler, Giorgione, Max Mariola, Pietro Leemann, Cristiano Tomei, Rossella Errante, Luigi Sartini, Valerio Ferri. A coordinare la cucina del Salotto da gustare l'Associazione Professionale Cuochi Italiani, guidati dal Maestro di cucina, Antonio Bedini. Appuntamento anche con “Degustazione meditata e letture” dal libro «Vini veri, viaggio nei sensi, sulle orme di Mario Soldati», l’ultima fatica letteraria del giornalista Davide Eusebi e la prima del sommelier e gastronomo Otello Renzi.

Il vino ufficiale della Fiera è il Bianchello del Metauro delle nove cantine di "Bianchello d'Autore" progetto sostenuto da IMT - Istituto Marchigiano di Tutela Vini.

La Fiera è rivolta anche ai bambini con “Le Mani in Pasta - Scuola di cucina per bambini” titolo del laboratorio ludico curato dall’Associazione Professionale Cuochi Italiani. I piccoli chef in cucina, avranno la possibilità di creare tante composizioni culinarie e saranno coinvolti tramite il gioco e la curiosità alla scoperta del gusto.

Tutti i giorni di fiera si potrà andare a caccia di tartufo: un’esperienza meravigliosa a stretto contatto con la natura e con il magico mondo dei tartufai e dei loro segreti, metodi di addestramento e tecniche di raccolta. Anche i bambini a lezione di “Cerca” del prezioso tubero, guidati da un’esperta tartufaia del territorio.

Al Salotto da gustare, lezione di pasta fatta in casa, con postazione di lavoro attrezzata grazie alla cooperativa che gestisce il laboratorio di pasta fresca all’interno del parco tematico dedicato all’agroalimentare, FICO Eataly World.

Nei giorni di Fiera si potrà visitare il centralissimo Museo del Tartufo: un nuovo racconto sul mondo del tartufo dedicato al grande pubblico, attraverso un approccio pluri-sensoriale, fortemente interattivo grazie alle tecnologie digitali e a realtà virtuali. Una “truffle experience” tra mappe olfattive, teatro virtuale, libreria digitale e food tasting. Il Museo ha una funzione tanto educativa, quanto di dinamizzazione economica e turistica. Il Tartufo non è soltanto un frutto prezioso della terra, il tartufo è un mondo antico di storia, racconti, leggende, alchimia, elementi essenziali nell’affermare a comunicare la sua “aulicità”. Per tutte queste caratteristiche il museo del tartufo si proietta nel nuovo filone degli “Experience Museum”, musei che coinvolgono il pubblico per l’intero percorso di visita attraverso un approccio pluri-sensoriale, fortemente interattivo grazie alle tecnologie digitali e a realtà virtuali.

Con l’iscrizione gratuita al “Club Amici di Acqualagna Capitale del Tartufo”, si possono ricevere info e suggerimenti utili come il pratico “Ricettario del tartufo” oppure le quotazioni del mercato del Tartufo. Per essere sempre informati sui prezzi esiste, infatti, la Borsa del Tartufo online, unica in Italia e consultabile al sito del comune.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa