“Le criminalità organizzate nelle Marche”, il 13 febbraio incontro pubblico nella Sala “Pierangeli” della Provincia

“Le criminalità organizzate nelle Marche”, il 13 febbraio incontro pubblico nella Sala “Pierangeli” della Provincia

E’ promosso da Associazione Nazionale Magistrati delle Marche, Coordinamento Antimafia di Pesaro Urbino e Provincia di Pesaro e Urbino. Il Procuratore generale presso la Corte di Appello di Ancona Sergio Sottani: “Diceva Impastato che la mafia uccide, il silenzio pure”

“Diceva Peppino Impastato che la mafia uccide, il silenzio pure. Per questo non bisogna tacere, né abbassare la guardia. Oggi non ci sono più isole felici, nessun territorio può dirsi immune dalle infiltrazioni della criminalità organizzata, nemmeno le Marche, né la provincia di Pesaro e Urbino che ha visto compiersi il giorno di Natale un efferato delitto in pieno centro storico. Parlarne in un incontro aperto alla cittadinanza, serve come momento di consapevolezza e confronto, per descrivere i sintomi della malattia mafiosa e rafforzare il sistema immunitario della collettività marchigiana”. E’ quanto evidenzia il Procuratore generale presso la Corte di Appello di Ancona Sergio Sottani in merito all’incontro “Le criminalità organizzate nelle Marche”, che si svolgerà mercoledì 13 febbraio, alle ore 21 a Pesaro, nella Sala “W.Pierangeli” della Provincia (viale Gramsci 4), promosso dall’Associazione Nazionale Magistrati delle Marche, dal Coordinamento Antimafia di Pesaro Urbino e dalla Provincia di Pesaro e Urbino.

Al convegno, oltre al Procuratore generale presso la Corte di Appello di Ancona Sergio Sottani, interverranno il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Ancona Monica Garulli, il Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Pesaro Cristina Tedeschini e l’avvocato del Foro di Pesaro Ramona Bizzarri.

Come evidenziano gli organizzatori, l’omicidio di Marcello Bruzzese, fratello di un pentito affiliato alla ‘ndrangheta e sottoposto al servizio di protezione del Ministero dell’Interno, è avvenuto in un territorio, Pesaro, in cui la presenza delle mafie sembrava sconosciuta. Da questo efferato delitto che ha scosso la città è necessario partire per una riflessione più profonda sul fenomeno.

Lascia un commento

La tua mail non sarà pubblicata.

Da Twitter

Da Instagram

  • avis pesaro
  • TEKNOIMPIANTI
  • brx
  • mm servizi
  • dal 3 luglio
  • hotel alexander
  • aset
Procedendo con la navigazione si accetta l'utilizzo dei cookie da parte di questo sito a fini statistici e per consentire un corretto funzionamento delle procedure di navigazione. Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, Leggi informativa estesa